Allora dovete assolutamente dare un’occhiata alla nuova Legge di Bilancio. Al suo interno, infatti, troverete molte voci interessanti, relative ai bonus previsti per la ristrutturazione casa nel 2018. Per chi ha già pensato a tutto ciò, occorre fare anche un ripasso, perché alcune cose sono state modificate e altre lasciate intatte. Ecco che qui interveniamo noi, per informarvi di tutto punto: all’interno di questa guida troverete infatti l’elenco dei cambiamenti, i requisiti per accedere ai suddetti bonus e alcuni consigli molto utili.

Bonus ristrutturazioni 2018: in cosa consiste?

La Legge di Bilancio 2018 prevede al suo interno una serie di bonus e agevolazioni, rivolti a chi ha intenzione di ristrutturare il proprio appartamento. Grazie a questi bonus, è possibile detrarre dalla propria dichiarazione dei redditi una certa percentuale in merito alle spese effettuate per ristrutturare. La detrazione IRPEF corrisponderà al 50% dei costi risalenti alle spese per questa fase, entro un massimale di spesa pari a 96mila euro. Inoltre, la Legge di Bilancio 2018 ha confermato anche la presenza del bonus mobili ed elettrodomestici: anche qui la detrazione coinvolgerà il 50% delle spese, ma su un tetto massimo di 10mila euro. Quali sono, invece, le novità? Le detrazioni in merito all’Ecobonus scenderanno dal 65% al 50%, mentre non è stato confermato il bonus mobili per le giovani coppie, presente invece nella legge 2017.

Come fare buon uso del Bonus ristrutturazioni?

Il bonus risulta del tutto inutile, se poi i vantaggi delle detrazioni verranno compensati da spese poco intelligenti. Come fare buon uso di questa opportunità, dunque? In generale è importante scegliere bene i materiali edili, prediligendo prodotti di qualità e durevoli. Un altro consiglio importante è di non puntare troppo sul fai da te: è sempre consigliabile rivolgersi a degli esperti per essere certi di non commettere irregolarità, specialmente per quanto riguarda lavori di tipo strutturale. Ad ogni modo, pur rivolgendosi a ditte qualificate per eseguire i lavori veri e propri, è comunque compito del padrone di casa informarsi il più possibile e richiedere anche vari preventivi, soprattutto quando si tratta di spese ingenti. Oggi, per avere informazioni utili su costi e modalità, è possibile rivolgersi anche a piattaforme online come ristrutturazioni.com: ad esempio, qui troverete molte indicazioni per la ristrutturazione del tetto, uno dei lavori più costosi e impegnativi, oltre che necessari.

Leggi anche:  L'appello al supervincitore: Ricordati di noi" VIDEO

Come usufruire del Bonus 2018?

Prima di richiedere il bonus per le ristrutturazioni 2018, dovrete capire quali sono i requisiti di accesso necessari e l’iter da svolgere. In primo luogo, la Legge di Bilancio prevede questi paletti: per poter accedere al Bonus 2018 bisogna rispettare i tetti massimi di spesa, ovvero 96mila euro per la ristrutturazione e 10mila euro per l’acquisto di elettrodomestici e mobili. Inoltre, potranno accedere ai bonus non solo i proprietari della casa, ma anche le persone che in quel momento ne posseggono il cosiddetto “diritto di godimento”. Come può essere richiesto il bonus ristrutturazioni 2018? La detrazione dovrà essere indicata all’interno della dichiarazione dei redditi. Bisogna anche conservare tutti i documenti sulle spese e sulla catastazione, in caso di controlli.

 

Informazione pubblicitaria