Gay Pride Bergamo, ormai ci siamo quasi. L’appuntamento per la manifestazione in favore dei diritti degli omosessuali è fissato per questo sabato, 19 maggio.

Gay Pride Bergamo, i primi in Lombardia

Il capoluogo orobico aprirà le danze per quanto riguarda i Gay Pride in Lombardia. Il 9 giugno sarà la volta di Pavia, il 16 a Varese e il 30 giugno a Milano. La manifestazione, come hanno più volte spiegato gli organizzatori, si pone l’obiettivo di portare alla luce il problema dei diritti civili degli omosessuali. Ma anche lottare contro le discriminazioni legate all’orientamento sessuale e alle identità di genere.

Le contestazioni

Ma, come ogni anno, non tutti sono d’accordo con la manifestazione. Il primo a manifestare la propria contrarietà è stato il governatore regionale Attilio Fontana.
Anche parte del mondo cattolico si è schierato contro la manifestazione. A tal punto che il Popolo della Famiglia di Seriate aveva organizzato una “adorazione in riparazione al gay pride”. L’evento è poi stato annullato dopo le polemiche.

Tutti gli aggiornamenti (e le polemiche) sul giornaleditreviglio.it