Giornata di pulizia del Bosco del Rugareto.

Il sindaco di Cislago Gianluigi Cartabia intento a pulire.

Giornata di pulizia del Bosco del Rugareto a Cisliano

Volontari, politici e Protezione civile di Cislago si sono rimboccati le maniche per rimuovere la grande quantità di rifiuti abbandonati abusivamente nell’area boschiva, tristemente nota come Bosco dello spaccio. Nelle scorse settimane un blitz delle forze dell’ordine aveva infatti portato all’arresto di tre soggetti dediti allo spaccio. Frequenti sono però i controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Saronno e delle Istituzioni. La mattinata di pulizia, in concomitanza della Giornata del Verde Pulito, è stata organizzata in sinergia con i Comuni di Gorla Minore, Marnate e Rescaldina, anche loro interessati dai problemi relativi al degrado e all’insicurezza. In questo modo le amministrazioni, che avevano già lanciato un appello alla Regione, hanno dimostrato la loro volontà di vivere in modo sano il Bosco del Rugareto.