Si chiamava Ali Ahmed Mohamed Award. Aveva 33 anni ed era nato in Egitto.  Era il papà di tre bambini senaghesi e si è spento improvvisamente per un malore. La famiglia nella disperazione ha lasciato la città per tornare in Egitto.

Solidarietà per il giovane papà

Una storia che commuove tutta Senago, quella di un giovanissimo papà di tre bimbi di 7, 4 anni e tre mesi. Vivevano a Senago da qualche anno, erano riservati e per loro la strada dell’integrazione era tutta da percorrere. Improvvisamente, la morte del papà, avvenuta giovedì 31 maggio, quindi il ritorno in Egitto per moglie e figli, che potrebbero tornare a settembre. Una storia dolorosa che ha scosso Senago nel profondo. La scuola di via Liberazione (dove la bambina più grande frequentava la seconda elementare) ha avviato una maratona di solidarietà.

Eta Beta protagonista

Sofia, referente per la scuola e l’associazione «Eta Beta» raccontano: «Il primo pensiero, visto che altro non potevamo fare, è stato quello raccogliere fondi. Si è pensato a questo anche perché il papà era l’unica fonte di guadagno, la mamma non lavora. Per rispettare l’idea di tutti e non essere impositivi, il giorno della festa della scuola, il 1° giugno scorso, abbiamo messo una scatola di colore giallo, in modo che fosse visibile a tutti, e ognuno ha devoluto quello che si sentiva o poteva. E’ stata raccolta una buona somma che faremo pervenire alla famiglia di Ali, soprattutto ai suoi bimbi».

Leggi anche:  Treni in ritardo o soppressi: ecco le linee a cui viene applicato il bonus

Solidarietà discreta

Una raccolta discreta, mossa dal desiderio di fare un gesto per chi sta vivendo una grande sofferenza. Intanto, a scuola, si è dovuto spiegare ai compagni dei bimbi l’accaduto e il perché dei banchi vuoti. «E’ stata la maestra a spiegare la triste storia, i bambini hanno pianto perché certamente si sono immedesimati».