Il «FraParentesi», un nuovo modo  di fare  no profit  in ambito oncologico. Il Rotary di Tradate insieme al Rotaract, col patrocinio del Comune, organizza il  24 maggio alle 21 alla biblioteca Frera  l’incontro di presentazione di «FraParentesi», associazione che si occupa di people caring in ambito oncologico. Nella serata sarà donato il defibrillatore alla biblioteca.

Tumore al seno: dalla cura alla qualità di vita. Il caso “FraParentesi”

Il primo progetto dell’associazione  è il portale di lifestyle, www.FRAPARENTESI.org dedicato in modo particolare alle donne che vivono l’esperienza del tumore e ai loro caregiver. Nasce dal desiderio delle due fondatrici di raggiungere, in maniera riservata e gratuita, chiunque abbia  bisogno di supporto, consigli e informazioni per vivere al meglio questo complicato momento. Il lavoro dell’associazione consiste nell’individuare i bisogni delle persone, per tradurli in risposte concrete che vengono suddivise in relazione al momento specifico del percorso: diagnosi, terapia, follow up e familiari e amici (caregiver). Per fare questo «FraParentesi» si avvale della collaborazione di un vasto network di professionisti specializzati in ambito oncologico. All’incontro di presentazione di giovedì 24 Maggio saranno presenti: Cristina Agazzi e Daniela Abbatantuono co-fondatrice di «FraParentesi», Alessandro Agazzi chirurgo maxillofacciale e chirurgia orale al Policlinico di Milano e membro del comitato scientifico di «FraParentesi», Giulia Bormida odontoiatra, che fa parte del network dei professionisti che collaborano con il portale.

Leggi anche:  Gay Pride a Bergamo parte il corteo FOTO e VIDEO

 

 

Rotaract… una scelta di cuore

La serata sarà anche l’occasione per  consegnare un defibrillatore alla  Frera: lo strumento salva vita è stato acquistato dal Rotaract club Tradate grazie alla generosità della Comunità che ha risposto attivamente alla raccolta fondi del Rotaract, organizzata con il banchetto di Natale 2017.