Il bambino scrive «zebra», ma la sua insegnante lo corregge aggiungendo una «b»: «zebbra».

Per la maestra si scrive “zebbra”

L’episodio è accaduto nei giorni scorsi alla scuola elementare «Gramsci» di Vittuone. La notizia ha in poco tempo fatto il giro del paese ed è arrivata anche alla redazione di Settegiorni, che l’ha pubblicata sull’edizione Magenta-Abbiategrasso in edicola da venerdì. Si tratta di una supplente di sostegno arrivata quest’anno a Vittuone.

Il preside la difende

Abbiamo quindi contattato il dirigente scolastico Pasquale Aprea che si è subito attivato per capirne di più e ha verificato personalmente l’operato dell’insegnante sfogliando i quaderni.  «Si tratta dell’unico errore commesso – fa sapere il professor Aprea -. La maestra ha ammesso senza problemi di avere sbagliato e per me la questione si è chiusa, anche perché la famiglia del bambino che segue è molto soddisfatta di come si rapporta con lui».