L’avvocato della ditta che gestisce il servizio mensa nelle scuole di Lonate Ceppino replica alle accuse dei genitori.

Lumaca nel piatto a scuola

Lumaca nel piatto e frutta ammuffita nei piatti degli studenti di Lonate Ceppino. Si era alzato un certo polverone sul servizio mensa poche settimane fa, quando le due foto erano uscite dalle pareti della scuola. E non c’era voluto molto prima che le polemiche uscissero anche dai gruppi Facebook e WhatsApp, arrivando sulle pagine de La Settimana di Saronno e all’interno di riunioni ad hoc con sindaco e dirigente scolastica. Fatto eclatante, ma figlio di una gestione già problematica da parte di un’azienda il cui bando, scaduto a dicembre, è in proroga fino al prossimo anno scolastico, spiegavano i genitori. A fine marzo dall’azienda non era arrivata alcuna risposta.

“Reazione esagerata”

Ora invece parla l’avvocato, Stefano Fanini. Ecco le sue parole: “Intervengo per conto dell’azienda per tutelarne l’immagine evidenziando l’assoluta attenzione alla qualità del cibo e l’impegno profuso nel servizio offerto. In merito alla lumachina in una porzione, giornalmente vengono preparate decine di chili di insalata tramite un processo che inizia con l’eliminazione delle foglie non fresche, il lavaggio all’interno di una macchina speciale e il controllo degli operatori che la inseriscono poi nei contenitori da trasporto. Che su quintali di insalata servita in un anno una lumachina possa suscitare tutte queste polemiche pare esagerato, seppure ciò non debba accadere. Per quanto riguarda la frutta deteriorata – continua l’avvocato – dalla foto pubblicata potrebbe semplicemente trattarsi di frutta in eccedenza non servita. L’azienda usa contenitori studiati per il trasporto igienico e il team è selezionato a partire da professionisti qualificati fino  alla scelta dei fornitori nazionali e locali. Nessun genitore ha mai formalizzato accuse contro l’azienda nonostante lo sportello telefonico attivo da tre anni dalle 14 alle 16 e rivolto a genitori, operatori scolastici e insegnanti”.