In marcia a Cislago contro la violenza sulle donne: dopo l’interessante incontro di venerdì sera, organizzato dall’associazione Amici dell’Infanzia; ieri, domenica, si è tenuto il corteo per le vie cittadine organizzato dalle sei donne dell’Amministrazione comunale.

In marcia: un paese intero si è mobilitato

Al progetto, ideato dalle amministratrici Chiara Broli, Marzia Campanella, Romina Codignoni, Valentina Melis, Debora Pacchioni ed Elisabetta Turconi hanno aderito numerose associazioni locali e cittadini. Nonostante il freddo di ieri pomeriggio, in tanti si sono infatti trovati davanti al municipio per partecipare alla marcia di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e i femminicidi. Oltre al sindaco Gianluigi Cartabia, hanno presenziato anche il “baby sindaco” Hilary e altri rappresentanti del consiglio comunale dei ragazzi.

I manifesti di sensibilizzazione

“Un vero uomo conquista con  la forza dell’amore, non delle mani”; “La violenza contro le donne è una sconfitta per tutti”; “Gli schiaffi non sono amore”. Sono questi alcuni dei messaggi lanciati sugli striscioni affissi in vari punti del paese. Quest’ultimi, insieme alla riflessioni delle amministratrici, hanno sensibilizzato sul tema della violenza contro le donne.

L’obiettivo della marcia

“Quando ci siamo riunite la prima volta intorno al tavolo, per progettare un’iniziativa comune, non abbiamo avuto dubbi. Di fronte a temi così importanti e delicati, come quello della lotta alla violenza sulle donne, non devono esistere colori e gruppi politici distinti. Solo le sei donne dell’Amministrazione Comunale di Cislago, in cammino, insieme, verso un’unica direzione.  Da qui è nata l’idea di “#inmarcia contro la violenza” che, con il prezioso contributo delle tante associazioni cittadine che hanno aderito al nostro progetto, ha l’obiettivo di trasmettere alle diverse generazioni che parteciperanno, il messaggio del rispetto della donna in tutte le stagioni della vita e in tutti i ruoli che essa ricopre, con una modalità maggiormente incisiva, come quella che vedrà in cammino, istituzioni, cittadini, donne, uomini, ragazzi, giovanissimi e meno giovani, insieme, contro la violenza”. Hanno commentato le ideatrici dell’iniziativa di sensibilizzazione. Ulteriori approfondimenti sull’evento sul numero de La Settimana in edicola dall’1 dicembre.