Pista di ateltica, Busto Garolfo è riuscito ad aggiudicarsi il bando regionale e beneficerà qundi di un contributo di 115mila euro per sistemare la struttura.

Pista di atletica: il nuovo progetto

“La nuova pista di atletica – commenta l’Assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni Rigiroli – è stata fortemente voluta dalla nostra Amministrazione per dare, ai tantissimi appassionati di questa disciplina e agli studenti delle scuole, la possibilità di praticare questo sport in una struttura moderna ed adeguata”. “I lavori – prosegue Rigiroli -, iniziati a fine ottobre, sono in corso d’opera”.
 Il progetto per la realizzazione di una pista di atletica a 6 corsie adeguatamente illuminata per l’utilizzo in notturna e omologabile per gare FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), presentato in Regione dal comune di Busto Garolfo, è stato interamente realizzato dall’Ufficio tecnico comunale. Ha ottenuto un’ottimo punteggio e l’inserimento dell’opera nella primissima fascia dell’apposita graduatoria delle opere finanziabili.

Il risparmio per il Comune

Proprio in questi giorni, infatti, Regione ha comunicato all’Amministrazione che la pista di atletica è uno dei progetti finanziati. Il Comune di Busto Garolfo beneficerà così di un contributo di 115.000, pari al 50% del costo dell’intero intervento. Un’altra vittoria che si aggiunge a quella ricevuta in tribunale per la vicenda dei canoni di 2iRete Gas.

Leggi anche:  Al Villaggio Amico tirocinio per esperti di pet therapy

Le parole del sindaco Biondi

Il sindaco Susanna Biondi commenta con grande soddisfazione il risultato raggiunto: “Avremo una pista d’atletica moderna ed omologata e la otterremo anche risparmiando. Davvero un altro bel traguardo per questa Amministrazione che, ancora una volta, si dimostra attenta alle necessità degli sportivi e pronta nello sfruttare bandi e contributi”. “Sono particolarmente orgogliosa – prosegue il primo cittadino bustese – perché questo successo è frutto di un importante lavoro di squadra. L’Area dei Lavori Pubblici, diretta dall’architetto Giuseppe Sanguedolce, ha una volta ancora dimostrato competenza e prontezza e la parte politica ha avuto la giusta sensibilità. Desidero, infatti, ringraziare l’assessore Rigiroli per aver coordinato e supervisionato l’iter di progettazione di partecipazione al bando. Voglio sottolineare anche la visione dell’assessore allo Sport Stefano Carnevali che, sin dai primi mesi di mandato, ha sensibilizzato tutta la Giunta circa l’importanza sociale dello sport”.