Villaggio Amico: la Rsa di Gerenzano organizza un corso di formazione per cinquanta operatori del settore – infermieri, medici, fisioterapisti, terapisti occupazionali – dedicato alla cura di persone con disturbi del comportamento e delirium, e alla relazione con i pazienti e i loro caregiver e famigliari. L’iniziativa parte il 23 maggio e prosegue fino al 27 giugno.

Villaggio Amico: l’aumento delle patologie neurogenerative

L’invecchiamento progressivo della popolazione e l’aumentato rischio di patologie neurodegenerative associato all’invecchiamento renderà nell’arco dei prossimi cinque/dieci anni sempre più comune la presenza dei disturbi comportamentali secondari alla demenza. Di conseguenza le Residenze sanitarie assistenziali (Rsa) ospiteranno un numero crescente di persone affette da deficit cognitivi e disturbi del comportamento. In questo contesto sarà cruciale il ruolo delle Rsa, in quanto si tratta di disturbi non facilmente gestibili al domicilio. Riconoscere questa tipologia di disturbi e imparare ad approcciare le persone che ne sono affette sarà dunque fondamentale per gli operatori e i professionisti che lavorano in Rsa. In particolare, diventa necessario distinguere se la genesi di tali disturbi è da attribuirsi al delirium e intraprendere un percorso diagnostico-assistenziale-terapeutico specifico. Il delirium è un disturbo neuropsichiatrico molto comune tra le persone anziane fragili che spesso non è riconosciuto dagli operatori sanitari se non opportunamente formati.

Leggi anche:  Memorie popolari in teatro a Gerenzano

Villaggio Amico: un corso per le cure delle demenze

Per questo motivo la Rsa Villaggio Amico ha deciso di organizzare e ospitare il corso di formazione per il personale di assistenza sul tema “Clinica, assistenza e riabilitazione nei luoghi di vita dell’anziano affetto da demenza” e dell’equipe e delle sinergie interdisciplinari. I docenti sono il professor Giuseppe Bellelli, professore associato di Geriatria e Medicina interna dell’Università Bicocca di Milano; la dottoressa Elena Lucchi, psicologa di Cremona; Christian Pozzi, terapista occupazionale e docente presso Supsi/Deass; Michela Bozzini, fisioterapista e Rossana Santi, infermiera. Obiettivo del corso è fornire al personale di assistenza le conoscenze e le competenze per una gestione corretta ed efficace dei BPSD e del delirium nelle persone ricoverate in Rsa. Il corso, che prevede attestato di partecipazione e il rilascio di 15,6 crediti ECM, utilizzerà un approccio innovativo, coinvolgente e moderno, e sarà tenuto da un team di esperti, con competenze diverse e complementari, che interagiranno con i vari professionisti delle strutture assistenziali al fine di stimolare una partecipazione e un apprendimento attivo. La formazione è organizzata su dodici ore di corso, suddivise in tre incontri rivolti a venticinque operatori del settore sanitario (medici, infermieri, fisioterapisti, terapisti occupazionali) e sarà ripetuta in un secondo ciclo di incontri.