È una giovane romena la borseggiatrice del treno sulla tratta Milano – Varese.

Borseggiatrice fermata a Legnano

Lunedì 20 novembre gli agenti della volante di Legnano hanno fermato una 18enne romena per furto.Infatti appena giunti alla stazione ferroviaria di Legnano hanno scoperto un borseggio appena consumato su un treno e non ancora denunciato dalla vittima. Così i poliziotti sono entrati nel sottopassaggio incrociando i passeggeri che, proprio in quel momento, erano scesi dal convoglio proveniente da Legnano. La loro attenzione è stata attirata da una ragazza che, alla richiesta di fornire le proprie generalità, ha assunto un comportamento elusivo affermando di abitare a Busto Arsizio, evitando di mostrare i propri documenti e portando ripetutamente la mano sotto la felpa come per trattenere qualcosa che avrebbe potuto cadere. A quel punto i poliziotti hanno deciso di accompagnare la giovane in Commissariato.

E’ una nomade romena di 18 anni

La ragazza è stata identificata come una nomade 18enne, di nazionalità romena, dichiaratamente domiciliata in un campo nomadi di Milano e con precedenti per furto. La perquisizione, effettuata da un’agente di sesso femminile, ha permesso di scoprire che la 18enne aveva incastrato nel reggiseno un portafogli contenente più di 200 euro in contanti e i documenti di un cittadino turco residente in provincia di Milano.

Leggi anche:  Pareti e arredi tessili diventano green

Gli agenti hanno restituito la refurtiva

Dopo una serie di accertamenti gli agenti sono riusciti a rintracciare il turco, che si era accorto che il portafogli gli era stato sfilato dalla tasca dei pantaloni subito dopo essere sceso dal treno a Legnano. La giovane romena è stata quindi arrestata in flagrante furto pluriaggravato.