Maria Cristina Rama, maestra della scuola dell’infanzia di San Martino di Bareggio, è morta nei giorni scorsi a 53 anni. I suoi piccoli alunni l’hanno salutata dedicandole un disegno.

Sconfitta dalla malattia

La vita non è stata generosa con Cristina. A 53 anni il male contro il quale combatteva da anni l’ha sconfitta. Una vita difficile quella di «Titti» fatta di ostacoli e cadute, ma allietata dall’affetto di tutti coloro che, fino all’ultimo, hanno arricchito la sua esistenza. In primis il marito Mauro e i figli Matteo e Arianna, ma anche tutti i suoi bambini della scuola dell’Infanzia Munari di San Martino di Bareggio, dove lavorava come maestra.

L’ultimo saluto

I funerali della maestra sono stati celebrati giovedì 10 maggio, a Sedriano, dove risiedeva. Sono state davvero tante le lacrime versate durante la cerimonia. Non solo nel ricordo di una donna straordinaria nel portare avanti la quotidianità in modo amorevole, retto ed esemplare. Il cordoglio è stato anche per i famigliari e in particolare per il piccolo Matteo, che ha dovuto separarsi troppo presto dalla sua mamma. La sorella Arianna, adolescente, si è trasformata in quella mamma perduta in un’età tanto delicata e, con coraggio ammirevole, ha stretto a sé il fratellino in un dolce abbraccio.

Leggi anche:  Piazza San Magno gremita per l'investitura dei capitani del Palio: Guarda i video

L’ultimo “regalo” dei suoi alunni

Le note dell’Ave Maria di Schubert hanno accompagnato il feretro sul sagrato dove, con forza inaspettata, i suoi figli hanno fatto volare palloncini colorati in rappresentanza anche della volontà degli altri suoi bimbi, quelli della materna in cui lavorava, che le hanno dedicato un disegno per ricordarla.

Le parole delle colleghe

Le colleghe hanno voluto ricordarla così: «La scuola è una grande famiglia. Cara Cristina, sei una donna forte e determinata, di fede incrollabile, collega sempre disponibile, insegnante preparata, innamorata dell’educazione. Non si perdono mai coloro che si amano. Amica sincera e presente, rimarrai per sempre nel nostro cuore e in quello dei tuoi bambini. I colleghi di San Martino e Bareggio».