Turbigo in lutto per  Yousaf Haris, il bimbo morto ieri dopo essere caduto nel Naviglio con la sua bici mentre tornava a casa da scuola.

La morte di Haris, ecco come è finito in acqua – FOTOGALLERY

Le parole del sindaco

Christian Garavaglia ha fatto mettere le bandiere a mezz’asta e ha proclamato il lutto cittadino: “Sono molto dispiaciuto per questo incidente. Quando perde la vita un bambino si sente un grande vuoto, lascia un grande dolore in tutta la comunità”.

Il vicesindaco Maria Colombo

“Non ci sono parole per commentare queste tragedie – ha detto -. Da donna e mamma sono vicina alla famiglia del piccolo Haris, strappato alla vita e ai genitori per una svista. Un ringraziamento alla polizia locale, ai soccorsi, ai medici dell’Ospedale di Bergamo, ai vigili del fuoco e alle forze dell’ordine. Nonostante tutto, hanno fatto l’impossibile per salvare il bambino”.

La raccolta fondi

Ora la scuola e la comunità turbighese hanno indetto una raccolta fondi per aiutare la famiglia del piccolo.