Esce a prendere un caffé, si ribalta con la sedia a rotelle.

Il fondo stradale sconnesso ha causato l’incidente

Miranda Veva 85 anni vittima dell’incidente

Esce per andare a prendere un caffé in piazza e si ribalta con la sedia a rotelle. E’ accaduto nei giorni scorsi in via Roma a Miranda Veva, 85enne residente in via Rossini. Verso le 10 il genero la stava accompagnando verso il centro del paese per il primo caffé dell’anno, quando per evitare un’auto in sosta a lato strada ha dovuto spostarsi verso il centro della carreggiata. Dove però una delle mattonelle che compongono il fondo in pavé era rialzata di alcuni centimetri. Sufficienti a costituire un ostacolo isormontabile dalle ruote della carrozzella: nell’impatto con la pietra la sedia a rotelle si è ribaltata, facendo finire l’anziana a terra.

Al Pronto soccorso in gravi condizioni

Immediata la chiamata al 118 e il trasferimento in ambulanza al Pronto soccorso dell’ospedale di Busto, dove la donna è ancora ricoverata con trauma cranico e varie contusioni, che si sommano a un quadro clinico già delicato. «Quanto successo è assurdo e grave – riferisce la figlia, Tita Crespi – perché quel pericolo non era in alcun modo segnalato. Dopo l’incidente, già nel pomeriggio è comparso il cartello di lavori in corso che ora permette di evitare la mattonella rialzata. Ma ormai il danno era fatto. Mia mamma è già inferma e in dialisi, ora è in osservazione all’ospedale per il rischio di emboli che la caduta potrebbe aver provocato. E poi ci sono le spese. Gli occhiali da 600 euro rotti e l’avvocato che dovremo pagare per la lettera di denuncia da inviare al Comune, come ci è stato indicato di fare dalla Polizia locale, dove ci siamo recati il giorno dopo per avere giustizia».