Gaggiano, il nuovo sistema d’allarme fa il suo dovere e scatta mettendo in fuga il malintenzionato entrato in azione nella notte di martedì.

Gaggiano, sventato l’ennesimo colpo al magazzino comunale

Nuovo raid al magazzino comunale di Gaggiano: ma questa volta al malintenzionato entrato in azione nella notte tra martedì 10 e mercoledì 11 aprile è andata male, grazie all’impianto di allarme collegato con le forze dell’ordine che l’Amministrazione comunale ha fatto installare proprio a seguito dei numerosi colpiti avvenuti in precedenza.

Arrivato a bordo di un furgone del tipo Fiat Ducato, il ladro ha divelto il lucchetto della sbarra lungo la Circonvallazione, entrato con il furgone presumibilmente rubato ed utilizzato a mo’ di ariete per abbattere la recinzione. Una volta all’interno del perimetro, con un flessibile e disco alimentato a batteria ha tagliato il lucchetto corazzato che chiudeva la porta laterale del capannone.

Una volta aperto il battente è tuttavia scattato l’allarme: il forte sibilo delle sirene è stato udito da condomini che risiedono nelle vicinanze. Il ladro, riferiscono testimoni, è balzato sul furgone ed ha fatto perdere le sue tracce. Solo cinque minuti dopo sono arrivate le forze dell’ordine, che per pochissimo non l’hanno colto sul fatto.