Omicidio Parabiago: questa mattina l’ultimo saluto a Simona Forelli.

Omicidio Parabiago: il funerale

Tutta la città per dare il suo ultimo saluto a Simona Forelli. Stamani, 22 dicembre, ultimo saluto alla giovane mamma uccisa e abbraccio ideale a tutta la sua famiglia e ai suoi figlioletti.

Chiesa piena, tutti si avvicinano ai familiari distrutti dal dolore. Presenti anche i Carabinieri: anche loro hanno vissuto da vicino la tragedia. In molti si avvicinano alla bara per dare il loro ultimo saluto a Simona.

In Chiesa anche il sindaco Raffaele Cucchi con l’assessore all’urbanistica Marica Slavazza e il vicesindaco Adriana Nebuloni.

Nel video, la madre della ragazza, sorretta da amici e parenti, accoglie il feretro giunto sul sagrato: non riuscirà a staccarsi dalla bara per quasi tutta la durata della funzione.

Le parole del parroco don Felice Noè

“Pensiamo ai due bimbi. Sono il segno di una vita pensata bella. La vita a di Simona ha conosciuto troppo presto violenza. Ma non c’è amore più grande si chi dà la vita. Simona vive nei suoi figli affidati a noi come germogli al freddo. dobbiamo essere vicino uno con l’altro. Ci sentiamo più poveri in questo Natale ma dobbiamo stare vicino al Signore. Lo dobbiamo a Simona”.

Uccisa a coltellate

La giovane mamma di 33 anni è stata uccisa a coltellate domenica 17 dicembre, davanti agli occhi dei suoi piccoli figli – di 5 e 17 mesi – dal suo compagno, Sadique Zahir, un pakistano di 35 anni che, dopo essersi costituito davanti ai Carabinieri di Parabiago, ha confessato l’omicidio interrogato dal pubblico ministero di Busto Arsizio.

Leggi anche:  Giornata del Verde Pulito, appuntamento pure a Parabiago

Dolce e piena d’energia

Molti a Parabiago, città natale e dove aveva scelto di tornare a vivere dopo un periodo passato in Inghilterra, la ricordano come una ragazza dolce e piena di energia.

Omicidio Parabiago città sotto shock I VIDEO