Omicidio Re, i primi esiti della perizia di Labanov e Ris sui resti umani trovati nell’orto del garbagnatese Vito Clericò

Omicidio Re, i resti nell’orto di Clericò “con altissima probabilità” di Marilena

Filtrano le prime conferme dai risultati preliminari dei test sul dna prelevato dai ris di Parma sui resti umani rinvenuti nell’orto del 65enne di Garbagnate Vito Clericò. Il corpo sepolto secondo i test effettuati dagli esperti forensi del Labanof appartengono “con altissima probabilità” a Marilena Re, la promoter di Castellanza, Varese, uccisa lo scorso luglio. Per la sua morte è accusato Clericò, in carcere da settembre. L’uomo tuttavia si dichiara innocente. Sia Labanov che Ris hanno chiesto tuttavia una proroga al procuratore della Repubblica di Busto Arsizio per le conferme definitive.