“Dialettando” a Cislago: ha riscosso successo la seconda edizione dell’evento organizzato dall’Amministrazione di Cislago per rendere omaggio alle parlate locali in occasione della Giornata nazionale.

“Dialettando”: le lingue locali protagoniste in auditorium

Tanti cittadini hanno partecipato ieri sera, venerdì, all’evento organizzato dall’Amministrazione comunale per rendere omaggio alle parlate e alle tradizioni locali, dal nord al sud d’Italia. Tra poesie, canzoni e sketch comici, le risate, ma anche le emozioni, sono state assicurate. A concludere in bellezza la serata ci hanno poi pensato i dolci e le specialità locali offerte dai volontari. L’evento è stato organizzato in collaborazione con la Pro loco cittadina.

Gli ospiti della serata

L’Amministrazione, quasi al completo, ha partecipato all’evento, presentato dall’assessore alla Cultura Marzia Campanella. Tra gli ospiti anche l’assessore regionale Francesca Brianza e il consigliere regionale Emanuele Monti, che hanno sottolineato l’importanza del dialetto, “un patrimonio culturale che non va dimenticato”. Si sono poi esibiti gli attori della compagnia “I Partenopei” di Saronno, che hanno portato a Cislago la tradizione napoletana, il corpo musicale Santa Cecilia, lo storico cittadino Idelfonso Guzzetti, Donata Pagani, che ha letto una poesia di suo papà Mauro, detto il “Maurin”, i consiglieri Ercole Rossi, che ha recitato due sue “bambane”, e Valentina Melis, con la sua famiglia di origini sarde, la band “Bicocca Linea 7” e gli spassosi Domenico Colombo e Antonella Mantegazza, che hanno portato in scena un siparietto dei “Legnanesi”. Uno dei momenti più emozionanti è stata l’esibizione dei bambini di quarta elementare, accompagnati dalla maestra Virginia Rimoldi, che hanno intonato “Cislag”, canzone tipica della tradizione cislaghese.

Leggi anche:  Elezioni regionali Brianza (Lega): "In Regione per fare ancora di più"

Il commento dell’assessore

“Sono molto soddisfatta dall’esito di questa edizione. La prima è stata sperimentale e ieri sera abbiamo ottenuto un successo di pubblico inaspettato: l’auditorium era infatti quasi completamente pieno. Per il prossimo anno continueremo a crescere, abbracciando anche altri dialetti e altre tradizioni regionali. Ringrazio tutti coloro che si sono messi in gioco, mostrandoci i loro saperi dialettali, e in particolare i bambini di quarta elementare che, grazie alla maestra Virginia Rimoldi, hanno imparato in pochi giorni la canzone di Cislago”.