Anche quest’anno i missionari comboniani di Venegono Superiore aprono le porte del castello per la rappresentazione del presepe, c’è tempo fino al 28 dicembre.

Il presepe dei missionari comboniani per la nonviolenza

Non solo la Natività, come da tradizione anche quest’anno la rappresentazione natalizia dei missionari porta con sè un forte messaggio. Quest’anno è il sogno di un’umanità nuova, che sappia cogliere attraverso la non violenza e il disarmo le forti sfide del suo tempo. E lo fa, oltre che attraverso una rappresentazione che vede il mito dell’Arca di Noè come protagonista, attraverso i volti e le storie di quei personaggi cattolici e non che hanno saputo rifiutare la violenza come mezzo di lotta per i diritti. Gandhi, Martin Luther King, Nelson Mandela ma anche il comboniano Alex Zanotelli, don Primo Mazzolari e don Milani.

Dopo il presepe la campagna per il disarmo

Al termine del presepe, il messaggio dei comboniani continua nei corridoi e nelle sale del castello. Nei primi, come d’abitudine, è stata allestita una mostra informativa sul tema delle armi nucleari, del disarmo e della precarietà del mondo. “L’Orologio dell’Apocalisse è a due minuti e mezzo dalla fine”, fa notare un cartello in apertura della mostra. Per poi lasciare il campo ai dati sulle testate nucleari, alle tante e periodiche crisi atomiche rischiate (e fortunatamente evitate) nel corso degli ultimi 50 anni e agli spiragli per un mondo senza armi nucleari che potrebbero spazzare via l’umanità. E la possibilità, al termine del “tour”, di sottoscrivere una petizione per il Trattato Internazionale di Interdizione delle Armi Nucleari. Un documento già approvato da 122 Paesi ma non dall’Italia, che ospita sul proprio territorio gli armamenti atomici Usa. Insieme a tutto questo, anche un laboratorio per i più piccoli, e il sostegno del progetto la tenda di Abramo, in Ciad, una realtà che opera nel dialogo interreligioso tra i giovani con corsi per cristiani e musulmani. Una strada, anche questa, per un’umanità nuova senza più conflitti. c

Quando, dove e come visitare il presepe

Il presepe dei missionari comboniani è stato inaugurato a Natale e sarà accessibile sino a fine mese. L’appuntamento è al castello di Venegono Superiore, in via della Missione 12.  Tutti giorni, porte aperte dalle 14 alle 18 fino al 7 gennaio mentre dall’8 gennaio al 28 apertura solo i sabati e le domeniche, sempre dalle 14 alle 18.