Autostrade pedaggi in aumento tutti i rincari lungo le strade della Lombardia.

Autostrade pedaggi aumentati dal 1 gennaio

L’aumento medio dei pedaggi del 2,74% a partire dall’1 gennaio 2018 suona un po’ come quella vecchia storiella: se uno ha tre polli e altri due nulla, in media abbiamo un pollo a testa…

La realtà è che in questo aumento generalizzato a livelllo nazionale, soprattutto in Lombardia, le differenze sono di non poco conto, strada per strada.

Serravalle: stangata su Tangenziali e A4

Il rincaro più sostenuto è per la Milano-Serravalle, con un +13,91%. E infatti è già rivolta per il rincaro della barriera fra Agrate e Carugate sulla tangenziale Est. Ma stesso problema anche per la tangenziale Nord.

Tuttavia anche la”famigerata” autostrada A4 Torino-Venezia non vuol essere da meno e aumenta dell’8,34%.

Teem e Brebemi

Aggiornamento, pur se più contenuto, anche per la Teem (+7.8%) e per BreBeMi (+4.69%).

Dal primo gennaio, sulla A35 da Brescia a Milano (ovvero da Chiari Est a Liscate), le automobili pagheranno 11.40 euro contro i 10,50 del 2017. Un tir invece ne pagherà 31.70.

Leggi anche:  Economia 2017: in Brianza crescono imprese e addetti

Tale aumento sarà però compensato dalla scontistica del 15% che la Società Brebemi si è impegnata ad assicurare per tutto il prossimo anno per gli utenti Telepass family e Business.

Leggi anche:  Scuola elementare: acqua e calcinacci piovono dal soffitto

Stesso sconto confermato anche per la Teem, Tangenziale Est esterna milanese.

Pedemontana e altri esempi

Niente sconti invece sulla LAGHI e lungo PEDEMONTANA per la quale il rincaro è comunque fra i più contenuti (+1,70%).

Alcuni altri esempi:

  • Autostrada A7 Milano-Genova: Binasco – Milano Ovest da euro 1,30 ad euro 1,40
  • Autostrada A1 del Sole: Lodi – Milano Sud da euro 2,30 ad euro 2,40
  • Autostrada A4 Tornio-Venezia: Milano Est – Bergamo da euro 3,40 ad euro 3,50