Sempre meno alunni nelle scuole di Parabiago. Per questo motivo, l’Amministrazione pensa a ridefinire gli spazi degli istituti della città.

Sempre meno alunni: cosa cambia

L’Amministrazione ha rielaborato lo studio per l’anno 2018/2019. Lo studio avrebbe evidenziato un calo demografico dei bambini in età scolare per i prossimi 5 anni. Per questo motivo il municipio fa sapere che verranno ridefiniti gli spazi all’interno degli istituti scolastici di Parabiago. Ecco i dettagli.

I dettagli su Parabiago

Fanno sapere dal Comune: “Per l’anno 2018/2019 presso la scuola primaria di via Brescia si prevede la diminuzione di una classe. Pertanto l’aula che si libererà potrà essere utilizzata come laboratorio. Inoltre, nel corso dei prossimi cinque anni, la scuola di via Brescia vedrà una costante diminuzione della popolazione scolastica fino ad arrivare al 2022/2023 ad una diminuzione di 4 classi.

I dettagli per San Lorenzo e Villastanza

Questo permetterà al plesso scolastico di creare spazi di laboratorio, oggi assenti nella scuola. Il bacino d’affluenza della scuola primaria di San Lorenzo, invece, è in crescita. Le aule necessarie per queste nuove classi sono già disponibili. La proiezione fatta dal comune prevede che anche nei prossimi cinque anni le classi aumenteranno fino ad arrivare al 2022/2022 a un bisogno di 5 classi in più rispetto ad oggi, una domanda che verrà assorbita dalle aule ad oggi inutilizzate (4) e dalle due aule di informatica e dall’ex alloggio del custode. Presso la scuola primaria di Villastanza la situazione è più complessa: nei prossimi cinque anni la popolazione scolastica aumenterà fino ad arrivare al 2022/2023 con un massimo di 5 classi in più. Aule che la dirigenza didattica ha deciso di non utilizzare per la scuola primaria, ma per attività rivolte ai ragazzi della stessa scuola Rancilio. Invece con l’anno 2018/2019 le classi 5 della scuola primaria dovranno spostarsi presso la scuola media anche in un’ottica di proseguimento del percorso formativo dei ragazzi. In questo modo la scuola elementare di via Olona potrà assorbire totalmente le nuove classi prime.

Il commento del sindaco Cucchi

Dichiara il primo cittadino Raffaele Cucchi: “Attualmente il nostro comune ha 9 aule inutilizzate che sono in grado di rispondere già oggi ai cambiamenti della popolazione scolastica. Inoltre, lo studio di quest’anno evidenzia un calo demografico dei bambini in età scolare per i prossimi cinque anni, a maggior ragione gli spazi esistenti saranno in grado di accogliere le nuove iscrizioni. Ci auguriamo che le scuole sfruttino al meglio questa previsione integrandola con i propri criteri di ammissione in modo da agevolare le famiglie parabiaghesi”. Il sindaco prosegue poi con una valutazione politica: “Ci sentiamo dire spesso dall’opposizione che stiamo facendo un lavoro inutile e che servirebbe costruire un nuovo edificio scolastico. Facile sentenziare quando non si ha la responsabilità e la gestione del denaro pubblico. Altra cosa è amministrare con coscienza e lungimiranza valorizzando le risorse e le proprietà comunali già esistenti, come in questo caso”.