Settegiorni > Cronaca > Dormiva in ospedale: foglio di via da Tradate
Cronaca Saronno -

Dormiva in ospedale: foglio di via da Tradate

I carabinieri allontanano un senzatetto che aveva trovato rifugio nel sottoscala del Galmarini. Era un locatese da poco uscito da carcere

Il senzatetto dormiva in ospedale creando disagi a personale e utenza

Foglio di via: per un anno non potrà varcare i confini tradatesi. E’ il provvedimento inflitto al senzatetto che dormiva in ospedale. Si era accampato nel sottoscala dell’ospedale Galmarini, sotto gli ambulatori e la farmacia creando forti disagi all’utenza e al personale medico-sanitario «L’uomo è poco equilibrato e creandosi un rifugio di fortuna con coperte e cartoni lascia un odore nauseabondo oltre che poco igienico», denunciavano gli operatori del Galmarini.

 Dormiva in ospedale i carabinieri intervengono e lo “allontanano per un anno”

Informati i carabinieri erano intervenuti 15 giorni fa allontanandolo, ma il giorno dopo era tornato in ospedale a passare la notte. I carabinieri sono quindi tornati in azione e questa volta la risposta della giustizia non si è fatta attendere. La Questura ha infatti emesso un provvedimento limitando la sua libertà: un foglio di via per un anno da Tradate.

 

Locatese da poco uscito dal carcere dormiva in ospedale

Si trattava di un locatese C.P. di 31 anni uscito dal carcere qualche giorno dopo l’arresto nel parco Pineta per favoreggiamento allo spaccio. Alla vista dei militari della caserma di Appiano aveva avvertito spacciatori e clienti: «Scappate»  ed era stato arrestato. Scarcerato aveva trovato rifugio nei corridoi dell’ospedale Galmarini dove già altri senzatetto in passato, per fuggire alle intemperie e al freddo della stagione invernale, trovavano riparo nel padiglione della medicina. La direzione per scoraggiare la loro abusiva presenza aveva sigillato il vano dell’ascensore, il luogo riscaldato dove si accampavano.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prossimo articolo
Prossimo articolo