Settegiorni > Cronaca > Omicidio Marilena Re: attesa per l’esito dell’autopsia
Cronaca Rho e Bollate -

Omicidio Marilena Re: attesa per l’esito dell’autopsia

A giorni l'esito dell'autopsia sui resti trovati a Garbagnate nell'orto del 65enne Vitò Clericò. La promoter di Castellanza uccisa il 30 luglio

Marilena Re e Vito Clericò

Omicidio Marilena Re: atteso a giorni l’esito dell’autopsia sul corpo della donna

Omicidio Marilena Re: l’autopsia sulla donna uccisa e decapitata a Garbagnate

E’ ormai questione di giorni per conoscere l’esito dell’autopsia sul corpo di Marilena Re, 58enne promoter di Castellanza uccisa e decapitata il 30 luglio ed i cui resti sono stati trovati sepolti nell’orto di Vitò Clericò, 65enne di Garbagnate.

Il legale di Clericò: “Il mio assistito ha parlato di un’altra persona”

 “Attendiamo con ansia questi risultati per poter finalmente mettere un punto fermo alla vicenda”, ha commentato Franco Rovetto, avvocato del pensionato garbagnatese in carcere dall’11 settembre con l’accusa di omicidio. “Ha parlato nuovamente della presenza di un altro uomo e ribadito la sua innocenza. Ripete di non averla uccisa lui e approfondito alcuni particolari. Dobbiamo capire se si tratta di dichiarazioni con fondamento o dei pensieri di una mente confusa”, ha aggiunto Rovetto a proposito del proprio assistito.

L’autopsia sul cranio: gli esperti potrebbero chiedere più tempo

Tornando all’autopsia, la Procura di Busto Arsizio ha reso noto che il cranio e gli altri resti appartengono con certezza alla stessa persona. Ma non c’è ancora la certezza assoluta che si tratti di Marilena. E gli esperti di medicina legale potrebbe anche chiedere una proroga. Il servizio completo sul numero di Settegiorni in edicola da venerdì 17 novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prossimo articolo
Prossimo articolo