Settegiorni > Cronaca > Processo in Vaticano per Monsignor Carlo Alberto Capella
Cronaca Rho e Bollate -

Processo in Vaticano per Monsignor Carlo Alberto Capella

Il Vaticano nega l'estradizione al prelato accusato di pedopornografia

Il Vaticano nega al Canada l’estradizione del prete pedofilo: il processo nella Santa Sede

Processo in vista per Monsignor Carlo Alberto Capella

Monsignor Carlo Alberto Capella sarà processato nella Santa Sede. Il prete Rhodense, era stato recentemente richiamato in Italia dal Vaticano a causa delle accuse di aver scaricato e diffuso materiale pedopornografico. Il prete facente parte della nunziatura di Washington, è quindi rientrato in patria.

La decisione del Vaticano

Sarà processato dal Vaticano e non dalla giustizia ordinaria. La Santa Sede ha così negato al Canada l’estradizione di Monsignor Carlo Alberto Capella. Al momento pare che il prelato sia in stato di restrizione in Vaticano, ospitato presso il Collegio dei Penitenzieri, lo stesso nel quale morì agli arresti domiciliari l’ex nunzio polacco Weselowski, coinvolto pure in un scandalo legato alla pedofilia.

Papa Francesco

E’ stato proprio Papa Francesco a decidere di sospendere il porporato da ogni incarico e di farlo rientrare in patria per partecipare al processo.

Il mandato d’arresto

Il mandato di arresto emesso a suo carico da parte delle autorità canadesi si riferisce a fatti avvenuti quando Capella era in Canada. Secondo le accuse della polizia di Windsor, Capella ha utilizzato il computer della chiesa locale per scaricare e diffondere materiale pedopornografico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prossimo articolo
Prossimo articolo