Consiglio comunale di fuoco a Corbetta lunedì 13 marzo. Nel mirino di Sinistra per Corbetta (che ha interrogato il sindaco nel question time pre-dibattito)  e Pd (che ha presentato una interrogazione urgente) la concessione delle sedi comunali alle onlus. Il dubbio posto dalle opposizioni è che alcune associazioni siano favorite su altre.

Sinistra per Corbetta

E’ stato Cesare Pedone a lanciare l’affondo di Sinistra per Corbetta, già proposto dalle pagine di Settegiorni. Proprio da una dichiarazione del sindaco al nostro giornale, in cui diceva che le associazioni sono “tutte amiche del sindaco” è partito il j’accuse: “Qualcuna, forse, è più amica di altre”, con riferimento al caso Margherita blu.

Il caso Margherita blu

Margherita blu è titolare di una concessione di spazi comunali a Cerello. La convenzione aveva scadenza lo scorso 11 gennaio. In data 10 gennaio l’Amministrazione invia all’associazione una comunicazione nella quale si chiede alla stessa se sia interessata a una proroga di 6 mesi. In data 11 gennaio, lo stesso giorno di scadenza della convenzione, l’Associazione risponde di accettare la proroga. Per il sindaco Marco Ballarini la lettera è stata inviata su iniziativa degli uffici e non della Giunta. L’Amministrazione sta pensando a un appalto per la ex scuola di Cerello diverso da quelli fino a qui succedutisi. La proroga si è vista necessaria per consentire all’associazione di concludere dei progetti per bambini avviati con Fondazione Cariplo e Comune.

Rondena (Pd) furioso

“Da che mondo e mondo gli uffici amministrativi non compiono atti di questo tipo senza informare il Sindaco o la Giunta! Al Sindaco non crediamo! Tanto più che dalla risposta emerge una volontà chiara già in capo all’Amministrazione: mantenere in proroga l’assegnazione per formulare un bando ad hoc per l’immobile. E ci viene a dire che gli uffici hanno deciso “sua sponte”? Suvvia!”, accusaFulvio Rondena, capogruppo dem.

“Ribelliamoci al sistema”

Tanti i dubbi: “Chi ha scelto i progetti da inserire nei bandi e soprattutto i soggetti del territorio che li avrebbero gestiti? La stessa Amministrazione che oggi conferisce proroga sulla convezione per l’utilizzo degli spazi di via Casnati. Perché non si sono applicati gli stessi criteri alla Cooperativa del Sole che pure aveva in atto percorsi di inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati? Perché su quei progetti l’Amministrazione e la Giunta non avevano controllo diretto e totale. E’ evidente a questo punto che il rapporto tra l’attuale Amministrazione e il tessuto associativo cittadino sia manipolato e non all’insegna della purezza della Legge e della trasparenza come va dicendo in ogni dove il Sindaco. Se si vuole preservare e dare continuità alla propria azione non conta la presenza storica, non conta la valenza educativa, non conta la penetrazione connettiva nel tessuto sociale che le Associazioni, i gruppi o i Comitati perseguono. Conta solo essere amici e a disposizione dell’Amministrazione. Conta essere strumenti nelle mani del Sindaco. Conta svolgere le dovute corvée feudali e tacere schiacciati dal terrore di ritorsioni”. Il capogruppo Pd parla di paura: “Non serve denunciare senza voler essere citati. Non serve lamentarsi sui social. Occorre alzare la voce contro un sistema clientelare sempre più pesante”.

Leggi anche:  Domenico Godano presidente Fondazione S.Erasmo

Affondo anche dei Cinque stelle

“In un tempo neanche  troppo lontano il nostro sindaco dichiarava appena insediato che l’intenzione di questa amministrazione fosse quella di indire un bando di assegnazione per tutti i locali comunali in affitto/comodato d’uso con contratto in scadenza – hannos critto i Cinque stelle su Facebook -. Ricordiamo ancora il clamore che fece nella nostra Corbetta il caso della Cooperativa del Sole, spaccando il paese in favorevoli e contrari, con proteste da parte di cittadini, forze politiche e articoli sui principali giornali locali. Ci fu anche un Consiglio Comunale straordinario su questo caso, con discussione aperta. Non è passato molto tempo da allora, eppure abbiamo notato alcune diversità di trattamento, eh si, disparatamente alcune associazioni sono invitate ad andarsene, altre vengono invitate a restare (Margherita Blu). Ci sarà sicuramente qualche motivazione seria per questo trattamento, ci sarà una giustificazione ben calibrata e tutto sarà perfettamente a norma di legge, resta il fatto che a noi “inesperti” queste dinamiche ballerine sfuggono”.