Lista civica “Progetto Comune” per le elezioni comunali.

La nascita della lista civica “Progetto comune”

Si chiama “Progetto comune per Cerro e Cantalupo” ed è la lista civica presentata questa mattina, sabato 13 gennaio, in vista delle elezioni comunali di maggio. Portavoce è Alex Airoldi, già candidato sindaco nel 2014 ed ex presidente della Pro Loco (si è dimesso ieri), impegnato nella lista al fianco di Lucrezia Vandoni.
“Quattro anni fa ho dato vita alla Pro Loco per risvegliare Cerro e Cantalupo diventati paesi dormitorio – ha esordito Airoldi -, siamo riusciti a creare qualche piccolo evento per risvegliare la comunità, non tanto per la nostra capacità ma alla risposta di cittadini e commercianti che hanno risposto in maniera positiva. Questo ci ha portato anche ad alcune  tensioni con l’ex Amministrazione comunale: basti pensare all’area cani che noi ci eravamo messi a disposizione a fare gratuitamente ma per la quale poi si sono spesi invece molti soldi oppure alla questione sicurezza dove ci è stato detto di non occuparcene per poi nominare un consigliere delegato e acquistare telecamere. Ho fatto tutto questo perchè prioritario è l’ascolto del cittadino”.

Gli obiettivi del gruppo

Chiari gli intenti da parte di Aroldi e gruppo: “La nostra è una comunità che vuole vivere ed è doveroso impegnarsi in prima persona. Abbiamo deciso di esserci, riportare al centro la persona e le problematiche dei cittadini, cosa che in questi anni non è stata fatta. Basti pensare a Ikea: mai un’assemblea pubblica, un’occasione persa in termini di ricadute di posti di lavoro”. “Volontà comune è ascoltare i cittadini, dare un’alternativa valida al nostro paese” ha aggiunto Vandoni.

L’appello al centrodestra

La lista ha fatto la sua scelta: “Siamo civici ma serve una scelta di campo – ha annunciato Airoldi -: la nostra è il centrodestra. Oggi lanciamo ufficialmente un appello a tutto il centrodestra cerrese di iniziare a pensare a un impegno e percorso comune per dare alternativa vera al nostro paese. Sceglieremo il nostro candidato sindaco su una rosa di nomi e in base al programma. Oggi il centrosinistra è quello che ci ha portato nell’attuale situazione sotto gli occhi di tutti. I nomi degli avversari politici che circolano sono sempre gli stessi, persone che hanno fatto il loro tempo. I famosi dissidenti (nota: l’ex sindaco Antonio Lazzati, ex assessori Calogero Mantellina, Giuseppe D’Anna e il consigliere Simona Dell’Acqua)? “L’appello non è rivolto a loro – spiega Airoldi -, hanno già dato e in maniera non eccelsa. E hanno proposto un sindaco (nota: Rossetti) che è quello uscente”.

Leggi anche:  Legionella, termina l'allerta al campo sportivo di Garbagnate

I politici tra il pubblico

Tra il pubblico alcuni volti noti del centro-destra locale. Per la Lega Nord si sono visti l’ex sindaco Marina Lazzati, Aurelio Moroni e l’assessore all’Urbanistica di Legnano Gianluca Alpoggio: “Siamo qui per ascoltare, poi ci saranno le nostre valutazioni – ha commentato Lazzati -. A livello personale plaudo a questa nuova realtà nel campo politico cerrese, vedo giovani e gente con energie e competenze”. Presente anche Daniel Dibisceglie di Fratelli d’Italia: “Anch’io sono qui per ascoltare, ora i nostri primi obiettivi sono tornare al governo del Paese e della Lombardia, poi sceglieremo la soluzione migliore per il centrodestra cerrese”. E il coordinatore cittadino di Forza Italia Giuseppina Berra: “Valuteremo le alleanze per un centrodestra credibile e vincente” il suo commento.

Polemiche sulla Pro Loco?

In paese tanti storcono il naso sul ruolo oggi politico di Airoldi, da 4 anni presidente dell’associazione. Polemiche? “La risposta sono le mie dimissioni dall’associazione, date per tempo e senza certezza su nessuna candidatura. Questo per correttezza verso la Pro Loco, che resta apartitica e apolitica, e i cittadini” replica secca di Airoldi.

I portavoci Alex Airoldi e Lucrezia Vandoni annunciano la lista: