Film sull’Aids, il sindaco nega il patrocinio, è polemica a Magenta. Oggi, venerdì 1° dicembre, in tutto il mondo si celebra la giornata mondiale contro l’Aids.  Tema “caldo”, alla luce, anche, del caso che si verificò alla Vincenziana. Il film, però, fa riferimento anche a rapporti gay e il sindaco Chiara Calati, di centrodestra, dice no al patrocinio, non essendo la proiezione in linea coi valori della sua Amministrazione e contro l’idea di famiglia in cui il suo gruppo crede.

Film sull’Aids: il parroco dice sì

Il film  “120 battiti al minuto”, candidato agli Oscar 2018, sarà proiettato questa sera al Cinemateatro Nuovo. Cinema parrocchiale. E la proiezione ha avuto il benestare del parroco. Ma non del sindaco di Magenta, che ha detto no al patrocinio. Patrocinio invece concesso per le conferenze con le scuole, ma poi rifiutato dalle Rose di Gertrude, associazione che organizza l’evento. Il tutto, dopo un tira e molla di mesi.

Bufera del Pd

In difesa di Prato, si schierano Marzia Bastianello e Paolo Razzano (Pd), come potete leggere sul giornale in edicola. Al caso, infatti abbiamo dedicato una pagina speciale. A patrocinare l’evento anche il sindaco di Inveruno e quello di Corbetta, quest’ultimo di centrodestra come Calati. Insomma una vera bufera nel giorno contro l’Aids. Speriamo almeno serva a far riflettere sull’importanza della prevenzione e della formazione sul tema…

Leggi anche:  Tomas Otravez, un rapper mezzo sangue

LA NOSTRA PRIMA PAGINA

PRIMA PAGINA