Minoranza diserta il Consiglio ad Arese, oggi arriva la risposta della presidentessa del Consiglio comunale, Veronica Cerea.

Minoranza diserta il Consiglio, troppi punti all’ordine del giorno

In merito all’accusa della corposità della seduta, risponde la presidentessa del Consiglio, Cerea. “Durante la Conferenza dei capigruppo – sottolienea -, nessuno ha sollevato il problema. Rivendico profondamente la scelta di questa amministrazione che grazie al lavoro ed alla professionalità della struttura si è impegnata ad approvare il bilancio di previsione entro dicembre 2017, senza usufruire delle proroghe. E’ un aspetto di estrema importanza che porta a una progettazione e pianificazione strategica ed operativa dei complessi aspetti gestionali consentendo. In tal modo, di disporre per tempo di uno strumento di programmazione efficace, in grado di orientare al meglio la gestione e di tenere sotto controllo i sempre più stringenti vincoli di finanza pubblica”.

Le affissioni e la pubblicizzazione del Consiglio comunale

“Per questa critica, mi limito ad allegare la foto di uno dei manifesti che sono tuttora affissi nelle vie cittadine (vedi foto). La convocazione – continua la presidentessa del Consiglio comunale – viene effettuata tramite notifica scritta e non certo attraverso telefonate. Il Consiglio è stato convocato alle 21 e si è regolarmente svolto a partire dalle 21. Le sedute del consiglio sono trasmesse in diretta streaming e, attraverso l’attivazione di un archivio video, è possibile seguire e consultare tutte le sedute del Consiglio comunale su un apposito canale Youtube”.

Arese, minoranze disertano consiglio

La conduzione delle riunioni del capogruppo

In merito al terzo punto criticato dalle minoranze, risponde Cerea: “La Conferenza dei Capigruppo è organismo consultivo del Presidente del consiglio per definire la programmazione e per stabilire quant’altro risulti utile per il proficuo andamento dell’attività del Consiglio Comunale. Questo significa che la capigruppo è il momento in cui i consiglieri sono tenuti ad esprimersi rispetto a ciò che ritengono utile per il proficuo andamento dei lavori. Legittimo farlo sui giornali, ma dipende dall’obiettivo che si persegue”.

Leggi anche:  Elezioni Arese, Michaela Piva (M5S) presenta la sua lista

L’affondo finale contro le minoranze

Conclude Cerea: “La minoranza ha deciso, legittimamente, di non partecipare al Consiglio comunale peraltro senza dare comunicazione delle motivazioni se non il giorno successivo attraverso la stampa. Altrettanto legittimamente la maggioranza, garantendo il numero legale, ha svolto i lavori del Consiglio con senso di responsabilità verso tutti i cittadini che dagli amministratori pubblici si aspettano che si adoperino per far prevalere l’interesse della città.
Non avendone avuto occasione l’altro ieri, utilizzo anch’io il mezzo stampa, per augurare anche ai consiglieri di minoranza un sereno Natale e approfitto per ricordare che come stabilito nell’ultima conferenza dei capigruppo, ci rivedremo a gennaio con il sindaco per proseguire il lavoro rispetto all’accordo di programma ex Alfa Romeo e con il ViceSindaco per fare il punto sullo stato di avanzamento dei lavori del cosiddetto sblocco patto, come chiesto dai consiglieri stessi”.