Il comando di Polizia locale di Tradate raggiungerà presto l’organico record di 16 unità. La presentazione stamattina in conferenza stampa alla presenza della giunta al completo.

Polizia locale, nuovi agenti per le strade

Concluse le pratiche burocratiche successive al concorso, sono già entrati in servizio i primi nuovi 5 agenti di Polizia locale. Ai quali, presto, si aggiungerà un sottoufficiale con mobilità a sostituzione del numero due del comando Guido Cargnin, andato in pensione e un agente a copertura del ruolo di un agente trasferitosi in altro Comune. “Siamo partiti da un organico di 9 agenti compreso il comandante. Presto arriveremo a 16, cifra mai raggiunta qua a Tradate”, ha fatto notare il sindaco Dario Galli. “La sicurezza e il potenziamento della Polizia locale sono state una delle prime promesse fatte ai cittadini in campagna elettorale. Una promessa mantenuta nell’arco di pochi mesi e senza aumentare di un centesimo al spesa pubblica”, ha aggiunto.

Più sicurezza in città

L’obbiettivo è dunque chiaramente aumentare la sicurezza, e la sua percezione, in città. “E’ fatta da tante cose – spiega il sindaco – Dalle telecamere, dalle Forze dell’Ordine come carabinieri ma anche dalla Polizia locale”. I nuovi agenti sono già stati impiegati nei giorni scorsi per il pattugliamento delle strade, anche in orari serali e notturni, e per il controllo della viabilità. Parcheggi in primis: “Negli anni si sono consolidate abitudini sbagliate, come ai parcheggi in doppia sosta o all’occupazione giornaliera di posteggi a disco orario. Pian piano vogliamo cambiare queste abitudini e tornare alla normalità – spiega Galli – Se poi ci sarà qualche irriducibile, contribuirà alla salute delle casse comunali. In questi giorni di controlli, le abitudini in centro sono già cambiate: il parcheggio si trova quasi subito, e questo va a beneficio anche del commercio”.

Leggi anche:  Uomo investito dal treno SIRENE DI NOTTE

Telecamere, varchi e controlli

C’è poi l’altro aspetto della sicurezza, quello tecnologico. I sette Varchi sono stati realizzati, e ora ce ne sono 3 attivi. I prossimi arriveranno probabilmente entro l’estate. “Intanto abbiamo riattivato anche le telecamere spente negli anni scorsi e sostituito quelle malfunzionanti. E ora abbiamo anche occhi per controllare quello che riprendono, e agenti in grado di intervenire subito”, aggiunge il sindaco. Grazie ai nuovi ingressi in Polizia locale, si potranno coprire meglio (e in maniera completa) più turni di attività sia in ufficio che per le strade. “Pensiamo anche solo alla zona delle stazioni, o alcune vie e quartieri della nostra città più isolati e malfrequentati – continua Galli – Lì concentreremo la sorveglianza con le pattuglie, svolgendo un effetto deterrente. Per non parlare del servizio di controllo all’entrata e all’uscita delle scuole, che finalmente potrà essere effettuato in maniera completa e sicura. Tanto si è parlato negli anni scorsi di vigili di quartiere. Ora è possibile averli davvero”.

Investimento senza nuovi costi

Dato più importante, le nuovi assunzioni non peseranno ulteriormente sulle casse comunali, come previsto anche dalla normativa. “Questa possibilità è dovuta alla volontà dell’Amministrazione e della Giunta di investire nella sicurezza – spiega Galli – E in quest’ottica è stata diretta la revisione  della macchina comunale e del suo organico, utilizzando i posti liberatisi negli ultimi tempi a favore della Polizia locale. Frutto delle nostre scelte e anche della capacità di fare le cose. Cose normali e di buonsenso”.