Martedì pomeriggio, attorno alle 17.15, il leader leghista Matteo Salvini sarà a Vittuone per partecipare alla cerimonia di acquisizione al patrimonio comunale di un campo rom confiscato.

Salvini in paese per la confisca del terreno su cui sorgeva il campo rom

Anpi e Comitato Pace dissentono

“Da quanto ci risulta – si legge in un comunicato congiunto di Anpi Sedriano-Vittuone e Comitato intercomunale per la pace – nessun campo rom stanziale è mai esistito in quella località. Si tratta quindi di una autentica speculazione leghista in salsa elettorale. Anche i rom, come gli stranieri, sono stati troppo di frequente oggetto di attacchi gratuiti e oggetto di contrapposizione con gli italiani (per altro dimenticando che anche loro spesso sono italiani …). Ci auguriamo quindi che la visita dell’onorevole Salvini non sia l’ennesima occasione per seminare odio (e prendere in giro gli italiani, che sono portati a pensare che “cacciati” stranieri e rom, tutti i loro problemi si risolvano come per magia). A questo punto è arrivata l’ora di dire Basta, con una forte reazione dal basso.

Leggi anche:  Lunedì si torna in consiglio comunale: "Il Bilancio va approvato"

“Ponti, non muri”

“Cara Lega Nord, caro Matteo Salvini, siamo persone di varie idee politiche, sesso ed età…come ce ne sono tante nel nostro Paese. E ci opponiamo a questa pericolosa deriva, perché siamo per un’Italia umana, diversa, dove non c’è spazio per la xenofobia, e per l’odio! Dovunque cercherete di costruire muri, noi saremo lì a costruire ponti. Dovunque cercherete di istigare all’odio e alle divisioni, noi resteremo uniti! Questo è il nostro Paese e non vi permetteremo di mettere a rischio il suo futuro!”, concludono Anpi e Comitato Pace.