Scritte oltraggiose a Saronno, dopo quanto successo nella notte tra venerdì 9 e sabato 10 febbraio, il circolo Fratelli d’Italia della città condanna il gesto.

Scritte oltraggiose: “Denunciamo un’azione idiota e inqualificante”

Scrive il presidente del circolo di Saronno di Fratelli d’Italia, Ernesto Credendino: “Il Circolo di Saronno aveva deciso di non scrivere più sulle illegittime e provocanti attività dei cosiddetti ‘Telos’. Ma i fatti di ieri sera ci impongono di intervenire per denunciare una azione idiota oltraggiosa e inqualificante che questi soggetti hanno attuato ieri sera contro la lapide in ricordo e a memoria delle Foibe sita a Saronno. Con la verniciatura della stessa e con scritte indegne per la città. Non basta più la protesta civile delle autorità cittadine, dei cittadini stessi stufi dei soprusi di venti/trenta soggetti non persone perché senza intelletto per arrivare a fare azioni contro la storia, contro persone morte per non lasciare l’amata Patria. Contro i Telos si deve alzare un unico grido BASTA”.

Le scritte e il corteo non autorizzato

Questa mattina Saronno si è svegliata con alcune scritte oltraggiose sui muri del Santuario e in altri punti della città. Gli atti sono avvenuti dopo il corteo non autorizzato di ieri, venerdì 9 febbraio, da parte degli anarchici.