Petizione contro il sindaco Fagioli.

Volontari in piazza per la raccolta firme contro Fagioli

Circa 300 firme per chiedere le dimissioni immediate del sindaco Alessandro Fagioli. Le hanno raccolte  Luca Maggio e Luciano Silighini Garagnani insieme ad altri volontari de “L’Italia che verrà” durante la manifestazione svoltasi ieri  pomeriggio in Piazza Volontari del sangue.
“Un gazebo fisso e alcune staffette per corso Italia spiegando ai cittadini le nostre ragioni che sono anche le loro” dichiara Silighini. Che aggiunge: “Siamo l’unica formazione realmente costruttiva. Abbiamo cercato di aiutare il Sindaco presentandogli progetti che rispecchiavano anche il suo stesso programma. Tutti protocollati e senza risposta. Non parliamo delle aree dismesse Isotta Fraschini dove il nostro progetto è stato riconosciuto idoneo dal Comune eppure non ha avuto il via libera dello stesso Comune impedendoci di acquisire di fatto le aree e bonificarle”.
E ancora: “Il Telos è diventato il vero Consiglio comunale dove i militanti scrivono sui muri le loro idee mentre Sala Vanelli è immobile e lascia cadere Saronno in disgrazia. Gli slogan del Telos hanno l’effetto di quelli leghisti: parole senza fatti concreti. La differenza è che il Telos distrugge la città mentre il Comune non interviene per difenderla e resta immobile lasciandola cadere su se stessa. La scuola Rodari è un altro monumento al malgoverno Lega e Fagioli. Dove sono i milioni di euro stanziati per le bonifiche e decantati mesi fa dalla Lega? Direi che è giunta l’ora che in un colpo solo si mandi via la maggioranza dei legaioli e i telosini segaioli. Dimissioni subito del Sindaco e ritorno in città di ordine e disciplina come solo noi sappiamo portare”

Leggi anche:  Salvini a Sondrio: "Taglieremo i 35 euro agli immigrati"

Parlano i promotori della petizione: