L’importanza di depurare organismo. Questo produce costantemente sostanze di scarto derivate dai processi metabolici cellulari e dalla trasformazione in energia dei cibi introdotti con l’alimentazione, dette appunto, tossine endogene. Le tossine di provenienza esterna, dette esogene, provengono invece dagli inquinanti atmosferici, dall’acqua, dai prodotti ingeriti. E concorrono, insieme a quelle di origine endogena a determinare il livello di intossicazione di ciascun individuo. In un ambiente intossicato, le cellule sono a stretto contatto con veri e propri veleni e avviano un processo di invecchiamento più rapido, si deperiscono ed indeboliscono, esaurendosi fino alla morte.

Tossine vs. energia vitale

Ogni persona dispone di una propria energia vitale che, in situazioni di sovraccarico di tossine, tende ad assottigliarsi pian piano qualora le stesse permangano cronicamente a livelli elevati, senza essere canalizzate all’esterno attraverso gli organi emuntori (fegato-reni e polmoni), il sangue e la linfa. Se l’energia vitale del soggetto è buona contribuisce a mantenere, anche in situazioni di stress, il funzionamento degli organi. Diversamente, se il soggetto si trova in condizioni di livelli energetici bassi, le funzioni organiche subiscono progressivamente un peggioramento. E si facilita ancor di più l’accumulo di scorie e possono comparire i primi segni e sintomi di una scarsa ossigenazione dei tessuti. Ecco pallore, scarsa vitalità, estremità fredde, mal di testa, vertigini, formicolii, dolori reumatici. E poi a volte anche quadri di infiammazione e di infezione come: infezioni da funghi (candida), herpes, eruzioni cutanee, eczemi e dermatiti.

Leggi anche:  I benefici dell'aromaterapia, ecco quali sono

Depurare organismo

Il soggetto con un elevato livello di tossine nei tessuti riferisce spesso deficit della forza muscolare, digestione difficile e lenta. Ma anche stanchezza sia mentale che fisica, problemi di circolazione venosa e linfatica, presenza di cellulite e accumuli adiposi, dolori osteoarticolari, problemi della pelle, spesso associati ad irritabilità ed ansia, senso di fame insaziabile. Inoltre, per effetto del ristagno delle tossine e del conseguente stato infiammatorio viene anche alterato il grado di acidità organica. Questo tenderà sempre verso un Ph basso – acido, responsabile di molte alterazioni, alla base di malattie con comparsa più tardiva. Ossia osteoporosi-gotta, calcoli renali, alterazioni della flora intestinale, danni cellulari- degenerazioni neoplastiche. L’equilibrio della persona dipende dall’armonia psico-fisico-emozionale-spirituale, per questo la naturopatia è sempre più orientata ad interventi finalizzati alla diffusione di stili di vita in armonia con la natura, per preservare e favorire il mantenimento dello stato di benessere e salute.