Ennesima competizione di questa stagione ed ennesimi successi per la Funakoshi

Quindici podi per i ragazzi della Funakoshi

La società abbiatense, domenica 18 marzo ha preso parte all’“VIII Trofeo città di Mulazzano”, nel lodigiano. 18 gli atleti in gara e 15 i podi!

Cominciamo dai più piccoli, alle loro prime esperienze agonistiche, che hanno partecipato alla gara di kata (forma di combattimento simulato contro più avversari immaginari). Per Thomas Restelli (cintura bianca, classe 2011) è arrivato uno sfavillante primo posto, che fa ben sperare per la sua futura carriera di karateka! Niente medaglia invece per Miriam Machina (cintura gialla, 2010), che purtroppo si è vista relegare ai piedi del podio.

Stessa sorte per Irene Alzetta (cintura gialla, 2006), nonostante la conquista di una medaglia fosse alla sua portata. Sicuramente, però, viste le ottime qualità tecniche, Irene avrà modo di ottenere grandi soddisfazioni in futuro! Sul podio però ci è salito Francesco Berra (cintura gialla, 2009), conquistando un ottimo secondo posto che certamente gli darà la carica per i prossimi impegni. Il piccolo Alessandro Cucchi (cintura gialla, 2010), invece, sta decisamente prendendo il “vizio del podio” e anche questa volta, con la determinazione che lo contraddistingue, si è imposto su tutti i suoi avversari conquistando così la medaglia d’oro.

Alessandro, evidentemente, sta seguendo le orme della sorella maggiore Martina Cucchi (cintura marrone, 2006), che con una performance davvero convincente è giunta seconda ad un soffio dal primo posto. Nella stessa categoria di Martina, poi, gareggiava anche Massimo Celeroni (cintura marrone, 2007), una delle giovani promesse della Funakoshi visti i numerosi podi – anche di caratura internazionale – conquistati nel corso della sua per ora breve ma intensa carriera agonistica. La trasferta lodigiana di Massimo si è conclusa con un ottimo terzo posto.

C’era poi un’altra coppia di sorelle in gara! Si tratta di Stella Cattoni (cintura verde, 2006), che purtroppo si è dovuta accontentare di una medaglia di legno, e Gioia Cattoni (cintura arancio, 2009), che è salita sul terzo gradino del podio, a poca distanza dalla vincitrice di categoria. Un altro bronzo per la Funakoshi è arrivato poi grazie ad Umberto Mori (cintura verde, 2008), che si è quindi ben comportato in occasione di questa trasferta.

Dalle giovani cinture marroni, purtroppo, non sono giunte medaglie. Riccardo Montonati (classe 2004), pur avendo ottenuto lo stesso punteggio dell’atleta classificatosi terzo, si è visto sfilare dal collo la medaglia di bronzo per via del regolamento che ha invece favorito il suo avversario. La stagione però è ancora lunga e per Riccardo ci saranno altre occasioni per provare ad agguantare un posto sul podio. Altra medaglia di legno per Elisa Garavaglia (classe 2002) che si sarebbe meritata un podio che però, suo malgrado, le è sfuggito. Insieme ad Elisa gareggiava anche Alessandra Rondon (classe 2003), giunta quinta. All’atleta abbiatense è mancato il guizzo vincere per salire sul podio.

Ultima cintura marrone in gara la “veterana” Ombretta Musto, che non si è di certo risparmiata. Per lei un brillante argento, che la ripaga dei sacrifici e della costanza che sempre dimostra. 

Dulcis in fundo, le cinture nere.

Se a Martina Di Guida (classe 2000) il podio nel kata è sfuggito per poco, così non è stato per Matteo Cantatore (classe 2002) e Fabio Annovazzi (classe 2000). In una lotta all’ultimo decimo i due atleti della Funakoshi si sono dati battaglia, giungendo rispettivamente primo e secondo.

Ultima a salire sul tatami Arianna Bianchi (classe 1994), che si è dovuta accontentare di un secondo posto che forse le sta un po’ stretto, visto anche il notevole palmarès della nostra allenatrice, in cui tra gli oltre 100 podi sicuramente spicca il bronzo conquistato in occasione della “Coppa Shotokan” che rappresenta la competizione più importante per quanto riguarda il karate tradizionale italiano. Arianna, però, così come gli altri agonisti cintura nera, ha preso parte anche alla competizione di kumite (combattimento). E nelle rispettive categorie gli atleti della Funakoshi l’hanno decisamente fatta da padrona.

Matteo e Fabio, infatti, hanno conquistato due primi posti, imponendosi sui rispettivi avversari che non hanno potuto fare altro se non arrendersi sotto i colpi degli atleti abbiatensi. Martina, invece, è salita sul secondo gradino del podio, dando prova di notevoli doti tecniche. Purtroppo, però, sulla sua strada per l’oro ha trovato Arianna, che ovviamente ha fatto valere la sua ormai quasi ventennale esperienza che le ha permesso di conquistare il primo posto.

Tutti questi ottimi risultati hanno permesso alla Funakoshi di piazzarsi terza nella classifica delle società. Questa è l’ennesima dimostrazione di quanto gli allenamenti dei maestri Patrizia Martini (VI dan) e Gino Mori (V dan) siano proficui ed efficaci.

Ma gli impegni per gli atleti della Funakoshi non sono di certo finiti qui…