Virtus Olona fa 50: festa e libro a Fagnano.

Un libro per celebrare i 50 anni

Mezzo secolo di emozioni, di passione, di volti e di canestri. Sono i 50 della Virtus, raccontati nel libro che celebra l’anniversario e rivissuti nella serata di presentazione che ha riunito nel salone dell’oratorio tanti che hanno fatto la storia della pallacanestro fagnanese, sul campo – nelle varie epoche sportive – e fuori, guidandola nei decenni. Un momento di amarcord, di festa, di incontro nel segno della passione condivisa per il basket e la sua capacità di fare squadra, di regalare esperienze da ricordare, di formare uomini.

Occasione per ritrovare giocatori di ieri e di oggi

Nel pubblico tanti giocatori di ieri e tifosi di oggi, tra i relatori il presidentissimo Peppino Stellini, il presidente Marino Colombo, lo sponsor della Virtus ed editore del volume Fernando Colombo – Altrimedia, gli autori del libro Matteo Garoni e Roberto Nardella. A moderare il dialogo Ottavio Tognola, a dare voce al pubblico, rievocando episodi e persone che hanno fatto la storia, Ambrogio Rampinini con la sua passione tenace.

Leggi anche:  Il pane quotidiano per 60 anni. Addio a Gastone Salmoiraghi

Virtus riferimento per il paese

E così più del libro (il cui ricavato è devoluto a Telethon) il 50esimo è stato rievocato dalle persone presenti, molte delle quali hanno raccontato anche nelle pagine la loro esperienza con la pallacanestro fagnanese: dai giocatori storici ai giovani, dai dirigenti ai tifosi, da chi è passato a chi è rimasto, a chi non c’è più ma vive ancora. In una società che in 50 anni ha saputo cambiare mantenendo la stessa anima. E che oggi guarda al futuro con il desiderio di continuare a essere riferimento per il paese, luogo di crescita per tanti ragazzi e cuore pulsante dello sport più bello.