Cervo investito muore sulle strade dei Pianbosco nel Parco Pineta

Cucciolo di cervo investito

Un altro pauroso investimento nell’area boschiva e la vittima è ancora un ungulato, un piccolo cervo, morto praticamente sul colpo. A pochi giorni dal macabro ritrovamento di un grosso cervo, tra l’altro brutalmente «amputato» da un corno, la zona di Pianbosco torna teatro di un brutto incidente.

 Rinvenuto dai volontari

Domenica mattina alcuni volontari, che si battono per la salvaguardia degli animali anche quelli selvatici che popolano il polmone verde di Tradate – Appiano, sono stati chiamati a intervenire sul rettilineo che collega Varese con Como. La scena che si è presentata ai loro occhi era davvero straziante: un cucciolo di cervo, era riverso senza vita sul ciglio stradale con evidenti ferite alla testa e alle gambe.

 Investito da un pirata della strada

Le ferite non lasciavano dubbi sulle cause del decesso. L’animale era stato travolto da un mezzo che lo aveva colpito e ucciso. Sono infatti state trovate tracce di sangue  sull’asfalto. Chi lo ha travolto però non si è fermato a soccorrere l’animale e non si è nemmeno premurato di avvisare le autorità preposte.  E’ stato infatti un passante ad allertare gli animalisti.

Leggi anche:  L'esperto di clima Brocchieri al centro sociale Sandro Pertini

Sempre più incidenti con animali

Nell’ultimo periodo purtroppo sono frequenti gli investimenti di ungulati. In via XI Febbraio un’infermiera non è riuscita a evitare l’impatto con un grosso cervo riportando danni all’auto per  5 mila euro. A Mozzate invece a provocare l’incidente era stato un cinghiale, morto dopo aver colpito un’auto, distruggendola.

Puoi leggere anche: https://settegiorni.it/cronaca/infermiera-travolta-da-un-cervo-auto-semi-distrutta/