Nuovo presepe al castello dei padri comboniani di Venegono Superiore per il “Natale delle genti”.

Padri Comboniani, presepe sul solco del Sinodo

Aprirà a Natale e chiuderà a fine gennaio il tradizionale presepe dei padri comboniani a Venegono Superiore. Non una “semplice” rappresentazione della natività, ma come ogni anno un momento di riflessione e rappresentazione in augurio di un futuro diverso. Quest’anno il presepe sarà infatti ambientato nella piazza del Duomo di Milano, e proprio da Milano trarrà il suo tema: il “Natale delle Genti”, lo stesso del Sinodo dell’Arcidiocesi milanese. “Il Sinodo si è concentrato sulla ricchezza portata non solo dalla comunità milanese ‘doc’ ma da tutti coloro che hanno fatto di Milano la propria casa – spiega fratello Antonio – La ricchezza, cioè, di una comunità che non si chiude in se stessa ma si apre a tutte le genti. Diversa da quella dei grandi alberi addobbati e delle luci”.

QUI IL PRESEPE DELL’ANNO SCORSO: Presepe dei missionari comboniani per un’umanità nuova, ultimo finesettimana

Leggi anche:  Falò di Sant'Antonio a Venegono: se non piove sarà annullato

Presepe, mostra e riflessione

Il presepe, di cui non sveleremo i dettagli, si aprirà con una “discesa” nella metro di Milano. E al termine della rappresentazione, si potrà visitare una mostra allestita e realizzata dagli studenti del liceo Curie di Tradate, ricca di 70 foto e altrettante storie di varesini “adottati”, stranieri che vivono, lavorano e contribuiscono alla crescita della comunità varesina e varesotta. Per i più piccoli, una stanza dove giocare e imparare il valore della diversità e per tutti, al termine, il mercatino missionario con i prodotti delle missioni comboniane nel mondo. Infine, per tutta la durata del presepe sarà possibile sostenere il progetto comboniano per una pastorale giovanile in Colombia e sottoscrivere la campagna “Welcome in Europe”.

LEGGI ANCHE: “Abbasso la Guerra”, al castello comboniani la biblioteca della pace