Al via una sperimentazione per le aree di sosta a pagamento del Comune di Magenta, che in particolare riguarderà i due piani coperti del parcheggio Multipiano di via De Gasperi, che si trova a pochi passi dal centro storico, area ad elevata concentrazione di uffici e attività commerciali.

Rivoluzione dal 1° luglio

Dal 1° luglio 2018 saranno introdotte delle modifiche sostanziali, allo scopo di meglio soddisfare le esigenze dei cittadini e incentivare al massimo l’utilizzo della struttura adiacente alla frequentata biblioteca comunale e alla sala consiliare. È quanto ha stabilito l’Amministrazione comunale, in stretta sinergia con ASM srl, l’Azienda Speciale Multiservizi che gestisce il sistema di Sosta a Magenta (SaM).

Le novità

Soddisfatti  il sindaco Chiara Calati, il vicesindaco Simone Gelli e il direttore di ASM Aldo Amadori. È stato spiegato che, dal 1° luglio 2018 al 31 gennaio 2019, cambierà il senso di circolazione in via De Gasperi, al fine di agevolare l’accesso al Multipiano per gli automobilisti che provengono da via Milano, una delle principali arterie di collegamento della città di Magenta. La tariffa oraria del Multipiano, solo nei primi due piani che sono coperti, sarà unica e di un importo di 0,50 euro per ogni ora di sosta. Il parcheggio è aperto tutti i giorni dalle ore 7.00 alle 24.00. Domenica e festivi è gratuito.

Le conferme

Il piano scoperto del parcheggio di via De Gasperi, invece, resterà esclusivamente riservato alla “sosta lunga” con tariffe agevolate e uniche: 2 euro per 5 ore di sosta e 3 euro per 11 ore di sosta (giornata intera). Inoltre, sarà potenziato il sistema di videosorveglianza per contrastare i fenomeni di vandalismo ai danni del Multipiano.

I commenti

«Il tema del ripensamento del sistema di sosta è sempre stato per noi di grande importanza e l’attenzione nei confronti del parcheggio multipiano, in particolare, è fondamentale considerati la sua posizione strategica e il fatto che serve l’intero territorio. Nel proporre questa forma di sperimentazione, insieme ad ASM, abbiamo tenuto conto delle esigenze dei cittadini, dei residenti e del mondo del terziario, uffici e commercio, cercando di dare risposte concrete ed efficaci», ha dichiarato il sindaco Chiara Calati.

Leggi anche:  Trading forex, euro ancora debole sul dollaro

 

«Con ASM abbiamo dato vita da subito a un dialogo proficuo istituendo anche un tavolo di lavoro che si è costantemente riunito per affrontare insieme il piano della sosta partendo da una puntuale analisi della situazione dopo un anno e mezzo dall’avvio di SaM – ha affermato il vicesindaco Simone Gelli – Le aspettative dei cittadini, dei commercianti, dei fruitori dei parcheggi in Città sono state tenute in grande considerazione e la proposta sperimentale sarà un banco di prova importante, che potrà dare ulteriori stimoli al miglioramento». Mentre il direttore di ASM, Aldo Amadori, ha aggiunto: «Con questa nuova sperimentazione che durerà sette mesi, come richiesto dall’Amministrazione comunale, si testeranno gli effetti di diversi cambiamenti sostanziali che di fatto dovrebbero incrementare progressivamente l’utilizzo del Multipiano. È anche al vaglio la possibilità, a richiesta, di parcheggiare nella fascia notturna».

 Il sondaggio

Altra importante novità che riguarda il sistema di sosta a pagamento di Magenta è, infatti, l’avvio di un sondaggio che sarà promosso on line per chiedere ai cittadini se sono interessati ad utilizzare il parcheggio Multipiano di via Gasperi nelle ore notturne, ossia dalle 24 alle 7. In caso di attivazione del servizio notturno, che avrà un costo stimato mensile che potrà variare da 50 a 70 euro/mese in funzione delle adesioni, ai nuovi abbonati sarà fornito un codice per l’apertura del portone di accesso che durante le ore notturne è chiuso. Gli stessi potranno ottenere, se interessati, ad un costo ridotto di 40,00 euro mensile, anziché 48,00 euro, anche l’abbonamento mensile diurno. In definitiva con una spesa mensile complessiva di circa 100,00 euro, si potrà parcheggiare giorno e notte nel Multipiano, oltre ad usufruire liberamente delle altre aree di sosta a pagamento della città (strisce blu).