Militari impegnati da ieri mattina fino all’alba nel contrasto di spaccio e prostituzione.

Spaccio e prostituzione nei boschi

Quasi 24 ore di controlli  per prevenzione e repressione di spaccio e prostituzione. Il servizio “di alto impatto” che si è svolto dalla mattina di ieri, venerdì, fino alle prime luci dell’alba è stato coordinato dal Comando Provinciale di Como e la Compagnia Carabinieri di Cantù,. A loro supporto,  la Compagnia di Como, il Nucleo di Campione d’Italia e il Nucleo Cinofili di Casatenovo. Forze e risorse ingenti che hanno passato al setaccio i territori di Cantù, Lurate Caccivio, Lurago Marinone, Lomazzo, Cadorago, Bregnano, Cermenate, Carimate, Novedrate, Mariano Comense, Arosio. Oltre al contrasto della prostituzione, dei reati predatori e allo spaccio, anche il controllo della circolazione stradale.

Nei boschi della droga

Nell’area boschiva di Cadorago, in via Manfredini, i militari della Stazione  di Lomazzo hanno arrestato in flagranza di reato E.A.A., cittadino marocchino classe 1989, in Italia senza fissa dimora, irregolare sul territorio dello stato. Bloccato ed immobilizzato dai militari, è stato trovato in possesso di 31,4 grammi di hashish, 54,2 grammi di  marijuana e materiale per il confezionamento (il tutto posto in sequestro penale). Nella stessa operazione, è stato deferito in stato di libertà per i reati di concorso in spaccio di sostanze stupefacenti e possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere L.G., comasco classe 1986 che alla vista delle divise ha allertato i complici. È stato trovato in possesso di uno sfollagente artigianale in legno. Infine, i carabinieri hanno provveduto a smantellare l’accampamento realizzato dai pusher per vendere gli stupefacenti.

Leggi anche:  Un ubriaco semina il panico, bloccato da carabinieri e soccorritori

Spaccio in città: tre denunce

Tre denunce in stato di libertà invece per spaccio di stupefacenti all’interno delle aree urbane. La prima a D.M., classe 1990 di Lurate Caccivio trovato con 8 panetti di marijuana per oltre 100 grammi. Poi a C.C., classe 1987 di Mozzate, con più di 50 grammi di marijuana. Infine O.L., classe 1990 di Cantù con addosso 5 dosi di marijuana per un totale di una decina di grammi. Nello stesso contesto, a Cantù sono stati segnalati 11 assuntori in possesso di cocaina, hashish e marijuana per uso personale.

Prostituzione e strada

Sempre serrati i controlli sulla prostituzione. I carabinieri in servizio, per tutta la serata e fino a tarda notte, hanno setacciatola Novedratese da Arosio a Lurago Marinone. In totale sono state controllate circa 40 prostitute. Forza dell’operazione di monitoraggio la piena visibilità delle pattuglie, permettendo di perseguire sia la finalità di prevenzione sia di repressione del fenomeno. Numerosi i posti di controllo effettuati che hanno portato all’identificazione di 85 persone.

Atti predatori

Per quanto riguarda il contrasto agli atti predatori, l’operazione ha permesso di trovare e denunciare B.I, classe 1961 di Cassina Rizzardi, per  furto aggravato e ricettazione per aver rubato un’autovettura e avervi applicato una targa rubata.