Consumo di suolo, la Corte Costituzionale dà ragione ai Comuni.

La sentenza

Con la sentenza n. 179 del 2019, la Corte Costituzionale ha accolto la domanda di incostituzionalità presentata dal Comune di Brescia, con il sostegno di Anci Lombardia, di una norma della legge regionale lombarda n, 31 del 2014 per la disciplina sul contenimento del consumo di suolo. Sentenza che aveva preso le mosse dopo una modifica al Piano di Governo del Territorio del Comune bresciano, che aveva come intenzione quella di eliminare una vasta area di trasformazione urbanistica.  In sostanza l’organo di garanzia ha riconosciuto che la Regione ha limitato i poteri comunali in materia di governo del territorio che Anci Lombardia ha invece inteso difendere in  nome degli articoli 117 e 118 della Costituzione.

Le reazioni

“Una sentenza che conferma la libertà pianificatoria del proprio territorio da parte dei Comuni”, così ha definito il verdetto della Corte la vicepresidente di Anci Lombardia, Federica Bernardi. “Sin dall’inizio – ha sottolineato Bernardi – Anci ha condiviso obiettivi e finalità della legge regionale lombarda che definisce il suolo come “bene comune di fondamentale importanza per l’equilibrio ambientale. Contestualmente però abbiamo anche evidenziato che la stessa norma minava un principio costituzionalmente sancito dalla Costituzione”.

Potestà territoriale

La norma contestata, l’art. 5, comma 4, nel frattempo modificata da Regione Lombardia, faceva divieto ai Comuni, nell’attesa che si completasse l’iter attuativo previsto dalla legge regionale, di procedere autonomamente alle varianti dei proprio piani di governo del territorio per ridurre il consumo di suolo.  “Abbiamo sin da subito sostenuto il Comune di Brescia in questo delicato passaggio ribadendo la necessità di sottolineare la possibilità per i Comuni di fare varianti ai Pgt in riduzione”, ha aggiunto in proposito la stessa Bernardi.  Una sentenza che, per tirare le somme, sottolinea quindi il ruolo comunale in merito alla potestà della pianificazione territoriale.