A Corbetta si va a teatro contro il bullismo sabato 18 maggio alle 21. Era stato annunciato che sarebbe stata una stagione teatrale speciale quella di Corbetta, diversa dalle altre: una serie di eventi che si susseguono traendo forza da una linea comune, “essere nei panni degli altri”. E infatti gli eventi sono arrivati nel loro momento più caldo per il territorio: proporre temi che fanno discutere, che scuotono, che raccolgono intorno al palcoscenico cittadini e associazioni.

Spettacolo contro il bullismo

Dopo il successo di “Out is Me”, rappresentato ad aprile, ecco la volta del nuovo evento di Teatri Aperti: To “B” or not to “B”, uno spettacolo sul bullismo che nasce all’interno del Laboratorio di Teatro Adolescenti di Mosaiko, condotto da Alessandro Stellacci, che ne ha curato testi e regia, e ha portato l’associazione stessa a vincere il Franco Agostino Teatro Festival nel 2018 e ad esibirsi al Piccolo di Milano. Lo spettacolo sarà seguito da un dibattito aperto con Vincenzo Vetere dell’Associazione Contro il Bullismo Scolastico ACBS, già noto ed amato dai ragazzi della Scuola Secondaria di primo grado “Simone da Corbetta”.

Otto attrici sul palco

“Lo spettacolo vede in scena otto attrici – afferma Francesca Magistroni, Presidente dell’Associazione Il Mosaiko  – che hanno già calcato a febbraio il palcoscenico del Piccolo di Milano, proprio con lo stesso evento, vincitore assoluto del Premio Giuria Popolare del Festival Nazionale FATF per ragazzi: 250 ragazzi di medie e superiori hanno votato praticamente all’unanimità il nostro spettacolo!”. L’evento è sostenuto dall’Amministrazione Comunale, in particolare dal Sindaco Marco Ballarini, dal vicesindaco Linda Giovannini e dagli Assessori Chiara Lavazza e Giuliano Gubert, e dall’ICS “Aldo Moro” di Corbetta nella persona della Dirigente Scolastica,  Aurora Gnech, che ha sostenuto la partecipazione di studenti ed insegnanti.

Leggi anche:  Corbetta dichiara guerra agli abusi edilizi

Invito a famiglie ed educatori

Storie vere di bullismo, raccolte e riscritte da Maria Andreotti, Benedetta Croci, Rebecca De Pascalis, Ylenia Fiori, Sofia Fioccola, Martina Fraccacreta, Chiara Olivieri, Chiara Perroni, Valentina Peverelli. Con il desiderio di raccontare, sensibilizzare e far conoscere un problema che ai più sembra lontano, ma che ti può cadere addosso violentemente. Perché il bullismo è una forma di oppressione fisica o psicologica attuata da una o più persone nei confronti di un unico individuo più debole, o percepito come tale e ha il suo sviluppo soprattutto nell’ambiente scolastico, dove si assiste ad uno sviluppo in un gruppo sociale chiudo composto dai bulli, dalle vittime e dagli altri spettatori. Perché il bullismo è intenzionale, sistematico e asimmetrico. L’invito dell’Associazione Il Mosaiko, rivolto a tutti i cittadini, ai ragazzi, agli educatori, ai genitori, alle scuole, alle associazioni, all’Amministrazione è quindi quello di partecipare in modo attivo a questi eventi, confrontandosi sui temi proposti, perché il Teatro è una voce sensibile che si alza dal palcoscenico e arriva alla gente. I biglietti sono in vendita presso Cartoleria Punto e Virgola ed Hello Cafè. Per informazioni: Associazione Culturale il mosaiko Tel. 320 533 6734 mailto info@ilmosaiko.it. I ragazzi sotto i 14 anni entrano all’evento gratuitamente. Parte dell’incasso verrà devoluto a favore di progetti per l’informazione e la sensibilizzazione sul tema del Bullismo.