Cnh, ex azienda Iveco, annuncia la dismissione del sito di Pregnana Milanese.  A rischio 300 posti di lavoro.

A Pregnana a rischio 300 posti di lavoro

Si è tenuto oggi, martedì 1 ottobre, all’Unione industriali di Torino, un incontro con  Cnh industrial che ha annunciato un piano di riorganizzazione che prevederebbe la dismissione e conseguente chiusura del plant di Pregnana Milanese dove sono impiegati più di 300 lavoratori a partire dal 2020. A Pregnana vengono prodotti, per Cnh industrial, motori marini e gruppi elettrogeni ed è presente attività di packaging. Domani si terrà un presidio dove saranno presenti anche il sindaco di Pregnana e la Giunta per incontrare i lavoratori.

LEGGI ANCHE: Ex Iveco: la protesta dei lavoratori a Preganana Milanese VIDEO

Dichiarazione di Roberta Turi segretaria generale della Fiom Milano

“Oggi ci è stata data una notizia gravissima per le lavoratrici e i lavoratori del plant di Pregnana Milanese: tutte le attività produttive Fpt Industrial verranno trasferite a partire dal 2020 a Torino. Seguiranno, nel 2021, le attività di logistica della Cnh. Dal 2021, quindi, a Pregnana non rimarranno più attività e questo avrà un impatto sull’occupazione di più di 300 lavoratori, 260 a tempo indeterminato e più di 40 delle società di appalto. Ci sono poi i lavoratori dell’indotto di cui non conosciamo i numeri esatti. La riorganizzazione è stata motivata dalla volontà del gruppo di concentrare tutta la produzione nella Fpt Industrial a Torino e le attività di logistica nello stabilimento Cnh di San Mauro, sempre a Torino. Se questo piano andrà avanti metterà in grave difficoltà centinaia di famiglie e l’intero territorio: il plant non deve cessare l’attività, ci impegneremo con tutte le nostre forze per impedirne la chiusura. La Fiom di Milano ha proclamato fin da ora uno sciopero fino a fine turno. Domani, mercoledì 2 ottobre verranno immediatamente convocate le assemblee per informare in maniera dettagliata i lavoratori e decidere le prossime iniziative.”

Le parole della Giunta Comunale

“Abbiamo appreso con preoccupazione della comunicazione della dirigenza di CNH Industrial relativa all’intenzione di dismettere gradualmente l’impianto produttivo di Pregnana per trasferirne l’attività in altre sedi del gruppo già a partire dall’anno prossimo. Al momento non abbiamo informazioni approfondite, ma sin d’ora vogliamo esprimere la nostra vicinanza ai lavoratori dell’azienda e dichiarare il nostro massimo impegno per tutelarne il futuro. Domani mattina saremo presenti come Amministrazione Comunale al presidio organizzato dai lavoratori e dalle organizzazioni sindacali per raccogliere maggiori dettagli e far sentire la nostra presenza come istituzione locale. La tutela dell’occupazione e dei lavoratori sono nostre priorità e faremo quanto possibile per garantirle”.