Al via i festeggiamento per l’anno leonardesco nella suggestiva cornice del Naviglio Grande. Domenica 8 seettembre,  lungo il suggestivo ramo “Delle Delizie”, taglio del nastro per i Comuni dell’Abbiatense, Castanese e Magentino, per il percorso dedicato al grande Maestro, che punta a  promuovere  un territorio pregiato, ricco di acque, verde, storia, chiese e prodotti gastronomici di qualità.

Al via i festeggiamento per l’anno leonardesco

La cerimonia di inaugurazione delle manifestazioni leonardesche apre ad un programma di eventi nell’Ovest Milanese tra settembre 2019 e maggio 2020, nell’ambito del progetto intercomunale di grande valenza cultura e turistica #leonardo500 sul Naviglio Grande. Un progetto romosso da un partecipato “tavolo territoriale”, di cui fanno parte il Consorzio dei Comuni dei Navigli e altre amministrazioni comunali non ancora convenzionate a questo ente per le attività di promozione turistica, tra cui Abbiategrasso e Magenta. Le manifestazioni leonardesche sono organizzate in occasione dei 500 anni dalla scomparsa del genio Leonardo Da Vinci, attorno al quale per la prima volta la larga maggioranza dei Comuni dell’Ovest Milanese ha iniziato in modo costruttivo a fare rete per la promozione turistica del territorio che è uno strategico crocevia tra Milano, Varese, Pavia e Novara.

Comuni in rete col Consorzio

La cerimonia di domenica 8 settembre è durata oltre 4 ore coinvolgendo centinaia di cittadini, amministratori e soprattutto giovani. Una imbarcazione, con a bordo i rappresentanti dei Comuni dell’Ovest Milanese, ha risalito il Naviglio Grande, da Abbiategrasso a Cuggiono, facendo tappa anche presso tutti i pontili degli altri Comuni rivieraschi (Cassinetta di Lugagnano, Robecco sul Naviglio, Magenta, Boffalora sopra Ticino, Bernate Ticino). In ogni tappa, come in una staffetta, sindaci e rappresentanti dei rispettivi Consigli Comunali dei Ragazzi (o comunque under 14) si sono dati il cambio. Ai giovani è stato affidato il compito di decantare davanti ai cittadini presenti aforismi o brevi passi tratti dagli scritti di Leonardo Da Vinci, che sono poi stati ampiamente commentati dal professor Edo Bricchetti, storico e tra i massimi esperti della vita e opere del genio toscano.

Leggi anche:  Scende alla fermata sbagliata e viene picchiato e derubato

Musica, letture e battello per un’atmosfera da sogno

Nell’imbarcadero di Robecco sul Naviglio si è esibito un quartetto di violini, che comprendeva Federico Nogarotto e Kristel Kraja, due figli d’arte e giovanissimi talenti, già vincitori di numerosi concorsi e con esperienza concertistica, pure nella veste di solisti. Mentre nell’imbarcadero di Magenta, l’arrivo del battello è stato accolto da una folla di cittadini e dalla musica del Corpo Musicale Santa Cecilia di Pontevecchio. Inoltre, sul tetto dell’imbarcazione sono state sistemate due delle vele leonardesche che per mesi sono state esposte nella centrale via Garibaldi di Magenta. Sul battello hanno viaggiato anche due figuranti che hanno rappresentato Leonardo e una dama dell’epoca, intervenuti grazie all’Associazione Amici del Palio di San Pietro e la Contrada del Gallo di Abbiategrasso. La pioggia battente, incontrata tra Magenta e Cuggiono, non ha impedito di portare a termine secondo il programma stabilito la cerimonia, che è stata un esempio concreto di sinergia, il punto di partenza di un percorso virtuoso e integrato di promozione turistica del territorio che proseguirà oltre le manifestazioni leonardesche.