Alcolismo, sabato pomeriggio appuntamento in villa Truffini a Tradate per la Festa delle Famiglie dell’Acat Como.

Alcolismo, “possiamo dirigere le vele”

Dopo l’incontro di poche settimane fa con L’Anglad Prealpina e San Patrignano, che ha permesso di accendere i riflettori sul problema della droga tra i giovani e giovanissimi, sabato alle 14.30 appuntamento con l’Acat Como, l’Associazione Club Alcologici Territoriali. L’occasione sarà la Festa delle Famiglie della rete di associazioni. Il tema dell’incontro avrà come titolo “Non possiamo dirigere i venti ma possiamo orientare le vele”.

I Club Alcologici

Acat Como fa parte di una più ampia associazione, internazionale, che solo in Italia conta circa 2238 club. L’associazione, come Arcat Lombardia (cui fa parte), lavora “secondo l’approccio ecologico-sociale, in cui i problemi alcolcorrelati e complessi sono visti come la spiacevole inevitabile conseguenza della cultura generale e sanitaria della comunità locale. Significa accettare che l’alcol è una sostanza psicoattiva il cui uso porta inevitabilmente con sé rischi, problemi e sofferenze personali, familiari e comunitarie. Due cifre per tutte – si legge sul sito –  si stima che l’alcol provochi oltre 35.000 morti all’anno e sia causa di spese dirette ed indirette per ben 17,5 miliardi di euro, è certamente la prima causa di morte nella fascia di popolazione tra i 15 e 29 anni.  In ogni Club è presente anche un servitore-insegnante, opportunamente formato, che presta la sua opera gratuitamente, il cui compito è quello di essere al servizio del processo di cambiamento dello stile di vita delle famiglie, oltre che prestare la sua opera in qualità di insegnante nel lavoro di promozione e protezione della salute nel sistema dei Club Alcologici Territoriali e dell’intera comunità locale”.

Leggi anche:  Gli studenti di Dairago in uno spettacolo per la Giornata della memoria

LEGGI ANCHE: Alcol, droga e nuove dipendenze: San Patrignano arriva a Tradate