Altro traguardo d’oro per il marcallese: stavolta trionfa nell’ultramaratona pugliese di 287 chilometri.

Angelo Cislaghi trionfa alla Race Across Apulia

Un marcallese nell’Olimpo delle ultramaratone: Angelo Cislaghi trionfa alla “Race Across Apulia“.
Negli ultimi anni Cislaghi ci aveva già abituati ad imprese titaniche e ad eccellenti risultati ottenuti sui percorsi estremi delle ultramaratone europee.
Ma, questa volta, il suo palmares si va ad arricchire con un primo posto assoluto alla kermesse partita lo scorso 1° giugno, una gara estenuante di 287 chilometri che ha attraversato, da Lecce a Castellaneta, i meravigliosi paesaggi e le bellezze artistiche del tacco dello “Stivale”.

Il commento dell’atleta

L’ultramaratoneta marcallese ha chiuso la gara in 44 ore e 14 minuti, gareggiando senza assistenza su un tracciato reso infernale dai continui saliscendi e dal caldo che caratterizza la stagione.

“È stata una gara davvero impegnativa, ma, una volta tagliato il traguardo per primo, la gioia è stata immensa – ha raccontato Cislaghi a Settegiorni -. Il tutto assume poi una sfumatura ancora più positiva se ripenso ai tanti sacrifici fatti negli ultimi sei mesi per preparare questo importante appuntamento. Allora, oltre alla mia famiglia, ringrazio Andrea Gornati di Running4you, che mi ha seguito negli allenamenti e mi ha portato a raggiungere ottimi tempi nei test di marzo e aprile, alla 24 ore di Biella e alla Milano-Sanremo”.

Leggi anche:  Bisboccia di fine estate per finanziare Picabù

“Ora testa alla Spartathlon”, dice Cislaghi

Ora nuove sfide attendono l’atleta marcallese classe ’65. Dopo aver corso nel 2017 la leggendaria Atene-Sparta-Atene da 490 chilometri arrivando ottavo e fregiandosi del titolo di unico italiano ad averla corsa senza assistenza, lo sguardo punta ancora ad est, verso quella stessa Grecia dove a settembre si correrà la Spartathlon.

“Si tratta della regina delle ultramaratone europee ed è uno dei traguardi più ambiti dagli appassionati – spiega Cislaghi -. La corsa è organizzata dal governo greco e vi si può accedere solo centrando determinati risultati in termini di tempi di percorrenza sulle lunghe distanze. L’obiettivo raggiunto in Puglia fa ben sperare per il prossimo futuro. Già riuscire a partecipare a questo prestigioso appuntamento sarebbe veramente un grande motivo di orgoglio”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE