Anziana sola chiama la Polizia: agenti le preparano il tè. Si sono trattenuti a casa per mezz’ora, chiacchierando con lei e facendole compagnia.

Anziana sola chiama la Polizia

La chiamata alla Centrale operativa del Commissariato di Sesto San Giovanni è arrivata ieri pomeriggio, sabato. “Aiutatemi, aiutatemi…”, ha detto la donna al telefono, prima di mettere giù la cornetta. L’operatore della Polizia ha subito temuto che qualcosa non andasse. Per questo ha provato a richiamare la sestese. Ma il telefono squillava a vuoto. Risalendo all’indirizzo collegato al numero fisso, il Commissariato ha immediatamente inviato sul posto una pattuglia del Reparto volanti.

La donna 82enne apre la porta agli agenti

Giunti davanti al condominio dove la sestese 82enne vive da sola, i poliziotti hanno suonato al citofono per farsi aprire. Ma niente. Non rispondeva nessuno. Il portone è stato aperto da un vicino, che ha permesso agli agenti del Commissariato di Sesto di arrivare fino all’appartamento della richiedente. “Signora, Polizia, ci apra…”. E dopo alcuni secondi, l’82enne ha aperto la porta, facendo entrare i poliziotti.

Leggi anche:  La comunità islamica chiede uno spazio per la festa del sacrificio

Mezz’ora passata assieme, davanti a un tè

La donna, fortunatamente, stava bene. Ha raccontato agli agenti di vivere da sola e di aver composto il numero di telefono del Commissariato in un momento di particolare sconforto. Aveva solo voglia di parlare con qualcuno. Per questo i poliziotti hanno deciso di trattenersi con lei per una mezz’oretta. Le hanno anche preparato il tè, che poi hanno bevuto assieme. Quando sul volto della donna è riapparso il sorriso, gli agenti si sono congedati, sottolineando che – in caso di bisogno – la Polizia c’è sempre. Per lei, come per tutti i sestesi e più in generale i milanesi.