A Robecco approda la Nave degli Scugnizzi a partire dal 19 novembre, un’iniziativa voluta dall’Amministrazione Barni

Al palazzo comunale approda la Nave degli Scugnizzi

Dal 19 novembre al 5 dicembre 2018, presso il Palazzo comunale di Robecco sul Naviglio, in via Dante 21, si terrà ad ingresso libero la mostra, “La nave degli scugnizzi”, che racconta la storia di Giulia Civita Franceschi, educatrice sensibile e intuitiva, genio pedagogico, che nell’aprile del 1913 saliva a bordo della Nave Asilo “Francesco Caracciolo”, destinata dal Ministero della Marina alla città di Napoli per il recupero dell’infanzia abbandonata.

Un’iniziativa culturale promossa dall’Amministrazione comunale

La mostra fotodocumentaria, a cura di Monia Valeriano, sarà inaugurata lunedì 19 novembre alle ore 18.30, nel Palazzo comunale e resterà aperta fino al 5 dicembre (in orario apertura uffici). Racconta la straordinaria esperienza educativa conseguita nel porto di Napoli a bordo di un antico veliero, dove centinaia di bambini senza famiglia hanno trovato una casa e una famiglia.

Leggi anche:  Sindaco di Cerro Maggiore: "Non chiudete la banca di Cantalupo"

In questa storia non c’è una barca a vela e nemmeno un uomo ma è una storia di mare e di vita, di una donna e di una nave e merita di essere raccontata. I protagonisti sono: una nave la “Francesco Caracciolo”; una donna napoletana Giulia Civita Franceschi; e gli scugnizzi trasformati in “I Caracciolini”.