Atti vandalici al parcheggio sotterraneo di via Corio a Castano Primo, un ragazzo – insieme alla sua famiglia – ripulisce le scritte.

Atti vandalici: la decisione di un giovane

A Castano Primo un giovane insieme alla sua famiglia ha ripulito il parcheggio sotterraneo di via Corio, oggetto negli scorsi mesi di atti vandalici. L’annuncio è arrivato dal sindaco di Castano Primo Giuseppe Pignatiello, che giovedì 9 gennaio ha comunicato che le scritte e i disegni realizzati con vernice e bombolette spray sono stati cancellati e le pareti dell’area di sosta di fronte al municipio sono state ridipinte.

Murales e scritte sparite: di chi è il merito

L’autore del bel gesto è uno degli adolescenti “redento” (anch’egli aveva sporcato i muri), che aiutato dalla sua famiglia ha rimesso completamente a nuovo le pareti del parcheggio comunale armato di vernice, pennello e olio di gomito. Nei giorni scorsi, infatti, il giovane era stata colto da una residente mentre disegnava sul muro, in compagnia di una comitiva di ragazzi. Dopo essere stato “beccato” , però l’adolescente e la sua famiglia hanno deciso di rimettere a posto quello che anche altri coetanei avevano imbrattato.

Il commento del sindaco

“Si fa presto a puntare il dito contro chi imbratta e vandalizza, senza porsi domande su chi sia l’autore o sul perché l’abbia fatto” ha commentato sulla sua pagina facebook il sindaco di Castano Primo, Pignatiello.
Ed è proprio ai social, dove molto spesso montano le polemiche, a cui si rivolge il primo cittadino:”Ci si indigna (giustamente), ci si scandalizza perché le brutte notizie fanno più clamore delle belle notizie, ma poi ci si pone il problema vero? Ci chiediamo ‘cosa possiamo fare per dialogare con loro?’ A volte si fanno degli errori, vale anche per me, nella vita è naturale, soprattutto quando si è giovani. Ma vi assicuro che è bellissimo vedere che c’è sempre chi capisce lo sbaglio e rimette tutto a posto. Le pareti del parcheggio sotterraneo di via Corio, di fronte al Comune, erano state imbrattate con scritte e disegni. Oggi voglio dedicare un grande grazie a un ragazzo che, sostenuto e accompagnato dalla sua famiglia, ha deciso di sistemare ciò che non solo lui aveva rovinato. A lui e alla sua famiglia un ringraziamento sincero, con la speranza che il loro esempio possa illuminare tanti altri ‘errori e sbagli’ . Insieme si può tutto – ha chiosato Pignatiello – E non è solo una frase. Non è solo uno slogan. Loro ne sono la dimostrazione”.

Leggi anche:  Distrugge un'auto senza motivo: rintracciato e denunciato

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE