Biglietto unico integrato e le conseguenze per i pendolari delle Groane. Andrea Monti: ““Ecco i risultati della geniale manovra tanto voluta dal Sindaco Sala, dal Pd milanese e dai loro colleghi brianzoli: i pendolari delle Groane si trovano praticamente esclusi e ancora una volta devono pagarne il prezzo con le multe.”

LEGGI ANCHE: Tariffa unica, ecco come funziona e perché i sindaci la vogliono

Biglietto unico integrato e le conseguenze per i pendolari delle Groane

A fare il punto della situazione sul biglietto unico integrato e le conseguenze per i pendolari delle Gronae è il vice Presidente della Commissione Trasporti e Infrastrutture del Consiglio regionale Andrea Monti (Lega):

“Chi proviene da Lazzate, ad esempio – spiega Andrea Monti – cioè da una zona che si trova a cavallo fra 4 Province, deve acquistare l’abbonamento integrato bus-treno per recarsi a Milano. Purtroppo però il suddetto pullman conduce alla stazione di Saronno, che si trova nel territorio della Provincia di Varese e quindi fuori dal Sistema integrato del Bacino di mobilità. Ne consegue che nella prima tratta fino a Cesate, sebbene sia di appena 4 minuti, questi viaggiatori potrebbero trovarsi nella spiacevole condizione di venire multati, essendo sprovvisti di un titolo di viaggio valido per l’intera Saronno-Milano. Sono consapevole del problema che si è venuto a creare ma occorre sottolineare nuovamente come questi siano i risultati della decisione irresponsabile di Sala e del Pd milanese e brianzolo. L’ansia di introdurre troppo rapidamente la tariffa unica integrata non ha lasciato il tempo necessario per limare e sistemare i mille problemi che inevitabilmente si sarebbero generati e di valutare le situazione sui generis. In pratica, solo per avvantaggiare Milano e il suo primo cittadino, tutti i ‘sudditi’ che hanno la sfortuna di vivere in Provincia la stanno prendendo ‘in saccoccia’. Nei prossimi giorni – conclude Andrea Monti – presenterò con urgenza un’interrogazione per attivare l’Assessorato regionale competente per fare in modo che, insieme all’Agenzia, si possa mettere una toppa ai danni causati dalla fretta altrui.”