Botti di Capodanno, nessuna ordinanza a Magenta e Corbetta. Anche la città della battaglia segue la strada intrapresa già da tempo da Corbetta: nessuna ordinanza per vietare i botti, solo un invito all’uso responsaile.

Magenta, l’invito del sindaco alla responsabilità

Il Sindaco di Magenta Chiara Calati, in linea con le prescrizioni trasmesse dalla Prefettura di Milano e in attuazione delle direttive del Ministero dell’Interno, invita tutti i cittadini ad un utilizzo particolarmente responsabile dei prodotti pirotecnici nel corso della notte di Capodanno. E’ necessario prestare la massima attenzione alle persone, soprattutto ai bambini, ai luoghi, alle indicazioni di utilizzo, agli animali. “Una serata e una notte di festa – sottolinea il sindaco Calati – devono rimanere tali. Faccio appello al senso di responsabilità di tutti e di ciascuno”.

Botti, il commento di Ballarini

“Perché emettere ordinanze quando le leggi sono già chiare e i controlli non possono essere effettuati? Meglio investire su azioni mirate sulle rivendite di botti e materiale esplosivo”. È un no convinto, quello espresso dal sindaco di Corbetta Marco Ballarini nei confronti dell’eventuale emissione di ordinanze contingibili ed urgenti per vietare i famigerati botti di Capodanno. Per il primo cittadino corbettese, la priorità va alla prevenzione, e dunque al controllo dei punti di vendita di questi prodotti. “Non ho mai emesso ordinanze di questo tipo perché manca il motivo dell’urgenza che è alla base di tali iniziative. Inoltre, la notte di Capodanno non ci sono agenti di Polizia locale in servizio ed è giusto che i Carabinieri siano impegnati su fronti più importanti. Le leggi attualmente vigenti, soprattutto sulla vendita, sono già abbastanza restrittive e dunque è più efficace fare dei controlli preventivi nei giorni che precedono la notte di San Silvestro. Questo è proprio quanto stiamo facendo a Corbetta”.